Resoconto del CD del 28-29 novembre 2019

Creato: Lunedì, 02 Dicembre 2019 Data pubblicazione Scritto da Antonio Passeri
  1. Il presidente ha informato che ai primi di dicembre la commissione ministeriale che esamina le domande per i due posti di membri del CD e di GE  dovrebbe produrre le due terne da sottoporre al ministro. E’ quindi possibile che la nomina da parte del ministro arrivi prima del prossimo CD, nel quale si potrebbe quindi anche procedere alla nomina dell’ulteriore membro di GE mancante.
  2. Presidente e GE seguono da vicino la discussione della legge di stabilità alle camere, in particolare per le norme che riguardano l’agenzia nazionale per la ricerca (ANR) e l’abbassamento del tetto di spesa per il personale dal 80% (fissato nel DL 218) al 70% (con in aggiunta l’inclusione del costo degli assegni di ricerca e del lavoro flessibile) con sostanziale blocco delle assunzioni per gli Enti che no vi rientrano entro 5 anni. Per il primo punto è tutta da chiarire la copertura economica, mentre appare necessario rendere la governance espressione della comunità scientifica. Per il secondo punto sono stati presentati emendamenti nella direzione di allentare il vincolo proposto, che rischia di paralizzare la maggioranza degli EPR.
  3. E’ in corso alla Camera la discussione degli emendamenti per la conversione in legge del decreto scuola, che contiene la norma che legittima la stabilizzazione dei cosiddetti “comma 1 misti”. Uno degli emendamenti in discussione, che quasi certamente sarà approvato, chiarisce definitivamente che l’assegno di ricerca può anche essere stato erogato da una università o un Ente di ricerca diverso da quello che opera la stabilizzazione. In vista della definitiva conversione in legge l’Ente si prepara a prorogare i contratti in scadenza a fine anno delle persone che hanno i requisiti. Una lista è stata distribuita ai direttori ai quali è stato richiesto di verificarla e integrarla ove necessario.
  4. Il presidente ha informato che l’ARAN ha avviato i lavori della commissione paritetica Aran-sindacati prevista all’art.69 dell’ultimo contratto, col compito di ridiscutere l’ordinamento professionale negli Enti di Ricerca, ovvero l’organizzazione in profili e livelli del personale. Tale lavoro è propedeutico alla successiva trattativa per il rinnovo del contratto. Anche una ridefinizione dei tre livelli di ricercatori e tecnologi è fra gli argomenti in discussione. Purtroppo fino ad ora alla commissione non è stato invitato un rappresentante della Consulta dei Presidenti degli Enti di Ricerca. Zoccoli si è attivato col nuovo presidente della ConPER, Stefano La Porta (ISPRA), auspicando un intervento ufficiale degli Enti su questa materia e il loro coinvolgimento da parte dell’ARAN nel lavoro della commissione.
  5. Il responsabile del servizio legale, avv. Ronconi, ha informato che il 5 novembre si è tenuta presso il TAR la prima udienza sul merito del ricorso degli idonei dei concorsi a ricercatore del 2016 contro il mancato scorrimento delle graduatorie. Il TAR ha chiesto all’Ente di notificare il ricorso ai controinteressati, ovvero i vincitori dei concorsi impugnati, per dare loro modo di costituirsi, ed ha rimandato l’udienza al prossimo febbraio. La notifica è già avvenuta mediante pubblicazione di un avviso sulla pagina web dell’Ente. Nulla è cambiato dal punto di vista della discussione del merito del ricorso e l’Ente resta convinto delle proprie ragioni, che è pronto a portare anche al Consiglio di Stato in caso di esito negativo dell’attuale procedimento.
  6. E’ stata approvata la delibera che avvia una procedura di conciliazione presso l’Ispettorato del Lavoro per riconoscere l’anzianità di servizio maturata con contratti a tempo determinato per ricercatori e tecnologi assunti a tempo indeterminato dal 01/01/2008 al 31/01/2015. Le condizioni proposte dall’Ente sono: a) riconoscimento dell’intera anzianità giuridica maturata con contratti td sia presso l’Ente che verso altri EPR o presso le Università con contratti equivalenti, come previsto dall’attuale regolamento del personale; b) il pagamento degli arretrati fino a 5 anni prima della data di firma della conciliazione; c) la rinuncia da parte del lavoratore a ulteriori pretese ed alla prosecuzione di eventuali ricorsi avviati. La delibera dà mandato al presidente di pubblicare la proposta di conciliazione chiedendo l’adesione al personale interessato per poter definire il costo effettivo dell’operazione. Successivamente il CD approverà in modo definitivo la conciliazione con la relativa spesa. La firma della conciliazione davanti all’Ispettorato del Lavoro sarà poi organizzata tramite le OOSS che raccoglieranno le deleghe degli interessati.
  7. E’ stato approvato il bilancio di previsione dell’Ente per il 2020 per un totale di 353.5 milioni, formati da: 253 milioni di assegnazione ordinaria, 16 milioni di progettualità straordinaria, 23 di ricerca internazionale e 60 di altre entrate previste. Per confronto, il bilancio di previsione del 2019 era di 319.5 milioni. Per quanto riguarda le spese previste, 332 milioni sono considerati incomprimibili, 21 comprimibili. Il personale a tempo indeterminato è stimato pari a 2016 unità a fine 2019 ed a 2128 unità a fine 2020 (tenendo conto anche delle stabilizzazioni residue). L’avanzo vincolato, pari a circa 258 milioni, sarà come ogni anno riassegnato dopo le necessarie autorizzazioni del MEF, verso fine febbraio.
  8. Meroni ha informato che è in preparazione la circolare sulle linee guida per l’applicazione del lavoro agile. Saranno aperte 2 call ogni anno (a partire da gennaio prossimo) nelle diverse sedi, anche con tempistiche diverse, rivolte al personale amministrativo e tecnico (al massimo il 10% potrà essere selezionato). Ogni call darà accesso al beneficio per 6 mesi, durante i quali il personale coinvolto non avrà straordinario ma potrà recuperare le ore in eccesso fatte nei giorni di lavoro “normale”, mentre nei giorni di lavoro agile sarà preso a riferimento l’orario giornaliero previsto. Nel programma del cartellino sarà inserito un apposito giustificativo.
  9. Bettoni ha riportato il lavoro del GdL sugli incentivi ai RUP (Adriani, Bettoni, De Palma, S. Fiori, D. Franciotti, S. Gammino). Il Codice degli Appalti prevede che per tutte le gare di importo superiore a 500 keuro sia nominato anche un DEC (Direttore dell’esecuzione del contratto) e che un importo non superiore al 2% della base di gara sia destinato per l’80% incentivare il personale dipendente coinvolto in ruoli diversi nella procedura di gara (RUP, DEC, loro collaboratori, componenti di commissione di gara), e per il 20% all’acquisto beni e tecnologie innovative. L’Ente sta predisponendo un disciplinare che regoli l’utilizzo di questi incentivi per tutte le gare che prevedono un DEC (opzionale sotto i 500 keuro) e solo per il personale dipendente, tutte le altre casistiche saranno affrontate in un disciplinare successivo. Il totale degli incentivi ricevuti in un anno da un singolo dipendente non può superare il 50% dello stipendio e un tetto massimo di 20 keuro annui. Il disciplinare fissa le quote di costituzione del fondo di incentivazione a seconda del tipo di gara (lavori o forniture) e del suo importo (la percentuale scende al salire dell’importo), i criteri di ripartizione fra le diverse figure e fra le diverse fasi della gare, i criteri di riduzione in caso di incrementi dei costi o dei tempi di esecuzione. Il disciplinare, dopo i commenti del CD, sarà discusso con i sindacati e portato in approvazione al CD di dicembre.
  10. Meroni ha presentato il lavoro del GdL (CM, Campana, Grassi, Passeri, Nicoletto, Falciano e Masiero, P.Palmiotti e R.Carletti ) che sta riscrivendo il Sistema di Misurazione e Valutazione della Performance (SMVP), come richiesto dalla legge. Tutte le pubbliche amministrazioni sono infatti tenute a misurare la propria performance organizzativa, sotto la supervisione dell’Organismo Indipendente di Valutazione OIV, articolata in tre “livelli”: di Ente (raggiungimento di obiettivi strategici), delle strutture organizzative interne (raggiungimento obiettivi operativi) e individuale. L’obiettivo della valutazione è migliorare il funzionamento ed il benessere organizzativo dell’Ente. La valutazione avviene in cicli annuali che partono dalla programmazione, la condivisione e assegnazione degli obiettivi, i monitoraggi intermedi, la misurazione la valutazione finale con la stesura di una relazione da inviare all’OIV. Dal prossimo anno l’Ente sperimenterà per la prima volta la valutazione individuale, ristretta ai soli responsabili di unità organizzative (divisioni, uffici, servizi, reparti, etc), indipendentemente dal loro inquadramento (quindi anche ricercatori e tecnologi). Tale performance è la risultante di 4 elementi: il raggiungimento degli obiettivi di Ente, di struttura, individuali ed il comportamento organizzativo del singolo. Maggiore è la responsabilità organizzativa del singolo e maggiore è il peso del raggiungimento degli obiettivi di Ente e di struttura. Nei prossimi anni la valutazione individuale andrà estesa a tutto il personale. Tuttavia ad oggi le linee guida per la valutazione della performance di ricercatori e tecnologi non sono ancora state emanate dall’ANVUR, come invece previsto dalla legge, vista anche la presenza di altre forme di valutazione che li coinvolgono, come la VQR. Seguiremo ovviamente gli sviluppi in questo senso.
  11. Falciano ha presentato il lavoro del GdL (Falciano, De Palma, Grassi, Vercesi, Passeri, Nicoletto, Colautti) sul disciplinare concorsi. Il punto centrale del lavoro del gdl riguarda la tabella che codifica titoli e criteri di valutazione per la quale si propone che siano considerati come “titoli” solo l’attività scientifica/tecnologica, l’attività di coordinamento/servizio, l’attività di valorizzazione e trasferimento della conoscenza (che sostituisce la “terza missione”) e le pubblicazioni. Per ciascuno di questi 4 titoli sono specificati alcuni criteri di valutazione, graduati a seconda del livello a cui il concorso si riferisce. Novità importanti rispetto all’attuale disciplinare sono lo spostamento di tutte le responsabilità in gruppi di ricerca italiani e internazionali nell’ambito del titolo di coordinamento e una più dettagliata declinazione dei criteri con cui valutare la valorizzazione e il trasferimento della conoscenza. In questo ambito si propone anche di introdurre un criterio legato alla “collaborazione con le università consistenti con la missione dell’Ente”, prevista nello statuto e che permette di ricomprendere molteplici attività, non solo di tipo didattico. Il GdL propone anche di specificare l’indicazione che deve essere possibile raggiungere il massimo punteggio disponibile per un certo titolo anche con una valutazione eccellente di solo una parte dei criteri relativi. Si propone anche che la sottomissione delle domande sia guidata in modo che i diversi titoli siano presentati in maniera uniforme da tutti i candidati, inoltre si ritiene necessario limitare la lunghezza dei CV e chiederne solo uno, privo di dati sensibili (già presenti nel resto della domanda) che sarà pubblicato. Il GdL ritiene che sia opportuno separare i concorsi per teorici da quelli per sperimentali anche a livello 1. Su richiesta del RN di ricercatori e tecnologi il GdL ha posto al CD il problema del feedback sulla valutazione da dare ai candidati, come richiesto dalla Carta Europea dei Ricercatori. Nella discussione che è seguita è stato chiesto di verificare la possibilità che l’autonomia regolamentare riconosciuta agli EPR dal DL 218/2016 permetta una maggiore flessibilità rispetto alle regole rigide dei concorsi pubblici finora applicate. Dopo questa verifica il GdL raccoglierà i commenti del CD sul testo del disciplinare e presenterà una versione definitiva proponendo l’approvazione nel CD di dicembre.

Elenco delibere approvate:

15316

   avvio procedura conciliativa stragiudiziale innanzi l’Ispettorato del Lavoro per riconoscimento anzianità...

 

15317

   attribuzione l'indennità di cui all'art. 22 del D.P.R. n. 171/91 ad alcuni dipendenti aventi diritto appart...

 

15318

   nomina Responsabile Gruppo Collegato di Cosenza

 

15319

   approvazione schema di “Accordo di Collaborazione per la Infrastruttura di Calcolo e Dati Italiana (Italia...

 

15320

   ratifica sottoscrizione “Accordo di Partenariato 5G” tra l’Università degli Studi di Cagliari (in ves...

 

15321

  approvazione schema di “Memorandum of Understanding on the INFN sponsorship for the cultural Association of ...

 

15322

   approvazione schema di “Memorandum of Understanding between the Czech Academy of Sciences and the Istituto...

 

15323

   approvazione schema di “Amendment n. 1 to the Agreement between Università degli Studi di Milano and the ...

 

15324

   emissione bandi concorsi per n. 2 posti a tempo indeterminato: n.1 CTER VI liv. e n. 1 Coll. Amm. VII liv., ...

 

15325

   emissione bando concorso per n. 1 posto a tempo indeterminato di Funz. Amm. V liv., Amm. Centrale .(PTA 2018-2020)

 

15331

   approvazione delle integrazioni al Programma Triennale dei Lavori INFN 2019-2021 e relativo Elenco Annuale d...

 

15332

   approvazione schema di Convenzione tra l'INFN e la Fondazione CRUI per l'adesione dell'Istituto  al contrat...

 

15333

   approvazione Protocollo di Intesa tra INFN e Agenzia per la Coesione Territoriale

 

15334

   approvazione schema di Accordo Attuativo n.2019-22-HH.0 dell’Accordo Quadro ASI INFN n. 2016-4-Q.0 CUP F14...

 

15335

  attribuzione l'indennità di cui all'art. 22 del D.P.R. n. 171/91 ad alcuni dipendenti aventi diritto apparten...

 

15301

  approvazione schema di Atto costitutivo di Associazione Temporanea di Scopo (ATS) con mandato speciale di rapp...

 

15302

  approvazione schema di Atto costitutivo di Associazione Temporanea di Scopo (ATS) con mandato speciale di rapp...

 

15303

  approvazione schema di Atto costitutivo di Associazione Temporanea di Scopo (ATS) con mandato speciale di rapp...

 

15304

  ratifica delibera GE n. 12223 del 13 novembre 2019: emissione bando n.2 borse di studio per attività di forma...

 

15305

   ratifica delibera GE n. 12224 del 13 novembre 2019: assunzione a tempo indeterminato vincitore concorso n. 2...

 

15306

  autorizzazione pagamento al Consorzio RFX seconda quota per il 2019 

 

15307

  variazioni al Bilancio di Previsione 2019

 

15308

  approvazione Bilancio di Previsione 2020

 

15309

  emissione bando n.12 borse di studio per laureandi o neolaureati magistrali in fisica delle particelle, non is...

 

15310

   emissione bando borse di studio, Sez. Cagliari, Sez. Napoli, LNF, LNS

 

15326

  assunzione a tempo indeterminato vincitori concorso n. 20648/2019 per Op. Tec. VIII liv., LNF (L. 68/99 art. 1...

 

15327

   inserimento in graduatoria dei Dott.ssa M. Antonello per personale ricercatore e tecnologo stabilizzabile pr...

 

15328

   assegnazione contratti art. 15 e 36

 

15329

   emissione bando concorso a tempo indeterminato per n. 1 posto da CTER VI liv., LNS (L. 68/99 art. 1), n. 1 p...

 

15330

   approvazione Programmazione biennale di acquisti e forniture 2020/2021 e approvazione Programma triennale La...

 

15311

   approvazione schema di “Accordo Quadro tra l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e Elettra – Sincrot...

 

15312

   approvazione “Convenzione tra INFN e Università di Firenze – Dipartimento di Ingegneria dell’informaz...

 

15313

   approvazione Convenzione tra l’INFN e l’Università di Ferrara per il cofinanziamento di un posto di ric...

 

15314

   comando della Dott.ssa V. Virgili dell’Amm. Centrale presso il MIUR

 

15315

   trasferimento della Dott.ssa A. Silvestro della Sez. Bologna presso la Sez. Napoli

 

15341

   approvazione "Memorandum of Undertanding between the Science and Technology Facilities Council (STFC) of the...

 

15342

  approvazione schema di “Agreement of Scientific Cooperation among the INFN, the New York University in Abu D...

 

15343

   approvazione programma di scambi estivo tra giovani fisici italiani e statunitensi nell’ambito della colla...

 

15344

  ratifica delibera GE n. 12250 del 29.11.2019: ratifica disposizione presidenziale n. 21644 del 25 novembre 20...

 

15345

  ratifica delibera GE n. 12251 del 29.11.2019: ratifica disposizione presidenziale n. 21599 del 13 novembre 20...

 

15346

  ratifica delibera GE n. 12252 del 29.11.2019: ratifica disposizione presidenziale n. 21638 del 25 novembre 20...

 

15336

   assegnazione ulteriore contingente ore lavoro straordinario per l’anno 2019

 

15337

   trasferimento della Dott.ssa V. Valsecchi dipendente dell’Amm. Centrale presso la Sez. Milano Bicocca

 

15338

  conferimento incarico di componente Organismo Indipendente di Valutazione in forma monocratica al Dott. F. Rotundi

 

15339

  approvazione schema di “Addendum n.2 all’Atto Aggiuntivo n.2 all’Accordo Attuativo tra INFN e FBK – AA2”

 

15340

    approvazione "Amendment n. 1 to to the Memorandum of Understanding the University of Geneva-Département d...

 

 

Wednesday the 12th. Joomla Templates Free. Custom text here
Copyright 2012

©