Resoconto del CD del 26 e 27 marzo 2020

Creato: Mercoledì, 14 Ottobre 2020 Data pubblicazione Scritto da Antonio Passeri
  1. Il presidente ha fatto il punto sulla situazione dell’epidemia di Covid-19 in Italia, le misure di contenimento adottate dal governo e la reazione dell’Ente allo stato di emergenza. Fin da fine gennaio l’INFN si è attivato, richiamando i propri ricercatori dalla Cina e chiedendone l’isolamento volontario al rientro. Dopo la comparsa dell’epidemia in Italia è stata costituita un’unità di crisi, coordinata da Marta dalla Vecchia (che ha fatto un rapporto al CD) e composta da Campana, Carletti, Pedrini, Ronconi, Tricomi e Varaschin, per affrontare tutti i problemi organizzativi e pratici prodotti da questa nuova situazione.

La Giunta ha seguito la logica di mantenere attivo l’INFN, avendo però come prima priorità la salute del personale. Per questo circa il 95% del personale lavora da casa in smart working o in attività fuori sede (livelli I-III), oppure ferie. Il 5% del personale a turno va nelle strutture per far funzionare i servizi essenziali individuati dai direttori (calcolo, amministrazioni, criogenia…). Fino ad ora sono risultati positivi solo un dipendente e due associati, tutti asintomatici e senza conseguenze e tutti compatibili con un contagio avvenuto esternamente alle strutture dell’Ente. Sono state comunque informate immediatamente tutte le persone che potrebbero essere entrate in contatto con uno di essi.

Abbiamo ricevuto aiuto, sotto forma di mascherine, dall’Istituto di Alte Energie di Pechino e dalla Huawei. Alcune strutture INFN che avevano disponibilità di mascherine le hanno fornite agli ospedali del proprio territorio. Le macchine del CNAF sono state messe a disposizione per la ricerca farmacologica sul Covid-19. Particolare attenzione viene messa nel mantenere efficiente l’attività di pagamento fatture e gli acquisti in genere, per supportare per quanto possibile l’economia.

La Consulta dei Presidenti degli Enti di Ricerca (ConPER) si sta riunendo regolarmente per coordinare le diverse misure di reazione all’emergenza. Con l’occasione si è creato anche un coordinamento degli EPR per l’outreach ed uno per la formazione del personale.

  1. Il presidente ha chiarito che le eventuali ferie residue di anni precedenti il 2019 devono necessariamente essere consumate durante questo periodo di limitazione dell’accesso alle strutture. Per quanto riguarda il personale in smart working, la CNF sta facendo uno sforzo per offrire un’ampia scelta di corsi di formazione in modalità telematica diretti a tutto il personale, ma soprattutto alle categorie per le quali è più difficile lavorare da casa. Un secondo elemento chiave è evitare l’isolamento e la demotivazione, per questo i direttori sono stati invitati a promuovere nelle proprie strutture riunione telematiche regolari dei servizi e delle sigle sperimentali. Specifiche iniziative in questo senso saranno anche proposte e organizzate centralmente.
  2. E’ stato costituito un gruppo di lavoro, coordinato da D.Pedrini e formato da L.Lista, Dario Menasce, M.Mezzetto, Roberto Spiga e A.Zoccoli, per fornire all’unità di crisi dell’Ente analisi statistiche aggiornate sul progredire dell’epidemia. Gli strumenti sviluppati a questo scopo possono essere utili anche per altre comunità e si è deciso per il momento di condividerlo con tutta la comunità dell’Ente al sito http://covid19.infn.it/ a cui si accede con le proprie credenziali INFN.
  3. Fra le misure include nel decreto “cura-Italia” (DL 18/2020) c’è il con gelamento degli organi degli Enti Pubblici fino al termine dello stato di emergenza. Questo per l’INFN implica l’impossibilità di eleggere il nuovo direttore di LNF (le procedure per arrivare a formare la rosa sono state sospese) ed il nuovo direttore di Pavia (dove invece la rosa è già stata formata).
  4. Il presidente ha lasciato alla discrezione dei direttori la decisione di procedere alle prese di servizio di personale vincitore di concorsi o selezioni, compatibilmente con la situazione della sede, in quanto ciò implica comunque un passaggio in sede e l’inizio immediato del lavoro in modalità smart con l’assegnazione di adeguate mansioni. Per quanto riguarda invece i concorsi, il decreto cura-Italia sospende fino a giugno tutti quelli che prevedono prove scritte o orali. I nuovi bandi per assegno di ricerca potranno essere emessi senza prevedere il colloquio, per quelli già pubblicati sarà sufficiente una disposizione del presidente per permettere di svolgere il colloquio in modalità telematica dalla propria abitazione (per candidati e commissari).
  5. E’ stato fatto uno sforzo per avere una piena dematerializzazione delle procedure amministrative e consentire acquisti e pagamenti, anche per quanto riguarda le firme. Il presidente ha delegato P.Campana in caso fosse necessaria una sua firma non digitale. Si raccomanda al personale di non sospendere gli ordini, nel limite di quanto le aziende sono in grado di rispondere. Anche le missioni possono essere chiuse inviando copia digitale della documentazione di spesa, con l’impegno a consegnare gli originali appena possibile.

Il decreto cura-Italia prevede anche la sospensione dei procedimenti di gara nel periodo fra il 23-2 e il 15-4. Tuttavia è stato chiarito che la norma è a tutela delle imprese, quindi va applicata solo a quelle parti delle procedure di acquisto che le coinvolgono, ma non alle parti che riguardano gli uffici. Sarà anche possibile non applicare la sospensione acquisendo la rinuncia esplicita a questo diritto da parte delle ditte coinvolte.

L’amministrazione centrale è riuscita a garantire il pagamento degli stipendi di marzo e cercherà di fornire i CUD nel mese di aprile. Un altro obiettivo delle prossime settimane è la chiusura del bilancio consuntivo per consentire lo sblocco dell’avanzo libero. Infine d’ora in avanti le opportunità del lavoro nell’Ente saranno pubblicate anche su monster.it e su Linkedin.

  1. L’attività della GE continua in modalità telematica. La preparazione del PTA è ancora in corso, sono al vaglio le richieste dei direttori in materia di personale. Si è chiuso il bando per il nuovo DG con 18 domande, che vengono esaminate con l’obiettivo di fare una short list. Successivamente però saranno necessari colloqui di persona, per i quali si dovrà attendere il momento in cui saranno possibili. Nel mese di marzo si sono tenute due riunioni del Council del CERN in modalità telematica ed è stata discussa in maniera preliminare la Strategy. La conferenza di Budapest in cui avrebbe dovuto essere approvata è stata annullata, la discussione proseguirà più avanti. La situazione ha costretto a rimandare un incontro col DOE, anche se vi sono stati colloqui telematici in preparazioni di accordi programmatici su acceleratori, calcolo, fisica astroparticle e quantum computing.
  2. Con grande soddisfazione finalmente il CD ha potuto approvare la costituzione del fondo art.90 per le progressioni di livello del personale IV-VIII, avendo raggiunto un pieno accordo di ConPER e Revisori su una interpretazione estensiva della circolare dell’ARAN dello scorso dicembre. Questo permette di costituire un fondo di poco meno di 1272 Keuro, il cui utilizzo verrà discusso al tavolo sindacale il 1 aprile, ma che dovrebbe essere sufficiente a realizzare il passaggio di tutti coloro che hanno i requisiti. Il presidente, esprimendo grande soddisfazione per questo risultato, frutto dell’impegno deciso dell’Ente presso tutte le istituzioni coinvolte, ha sottolineato come si tratti di un segnale di speranza in questo momento difficile e un dovuto riconoscimento al personale, atteso da molti anni.
  3. Su richiesta dei rappresentanti del personale è stato chiarito che la graduatoria delle domande di telelavoro e l’attivazione delle prime 43 posizioni (2% del personale) sono state approvate con disposizione del presidente del 9 marzo. Come previsto dal nuovo disciplinare del telelavoro non è necessaria una delibera del CD. La graduatoria sarà comunicata alle amministrazioni delle strutture. Il rappresentante del personale TA ha espresso rammarico per il mancato ampliamento del numero di posizioni di telelavoro, sottolineando la differenza fra questo istituto ed il lavoro agile e ritenendo quest’ultimo meno adatto a gestire molte delle situazioni riscontrate nelle domande.
  4. Diego Bettoni ha presentato le proposte di formazione online per il personale durante il periodo di lavoro da casa. Per prima cosa sono stati attivati tutti i corsi di formazione obbligatoria per le sicurezze e l’anticorruzione, circa 350 unità sono state erogate nel mese di marzo ed altre saranno disponibili. La CNF sta individuando diversi corsi già presenti nel piano formativo 2020 che possono essere erogati online in tempi rapidi e ne sta cercando altri offerti al momento sul mercato. Si invitano i dipendenti a proporre iniziative formative coerenti con le linee guida della CNF, che potranno essere approvati direttamente dai direttori con l’ausilio dei referenti per la formazione e comunicati alla CNF che aggiornerà il piano formativo. I costi potranno essere copertu sul budget di formazione già distribuito alle sedi.
  5. Sono state approvate 55 borse di dottorato finanziate dall’Ente per il 36esimo ciclo, per un costo totale di 4257 Keuro in tre anni. I direttori sono autorizzati a sottoscrivere gli accordi attuativi delle convenzioni quadro con le Università.
  6. Lubrano ha relazionato sulla preparazione della VQR. Proprio in questi giorni l’ANVUR ha comunicato un nuovo crono programma che sposta tutte le scadenze in avanti di circa 1 mese. Le prossime saranno la verifica delle strutture prime e quella dei ricercatori sottoposti a VQR poi, che erano inizialmente previste al 15 ed al 30 aprile. Per quanto riguarda le strutture, si sta valutando se inserire come tale anche l’Ufficio Comunicazione che offrirebbe la possibilità di utilizzare alcuni importanti eventi di comunicazione fra i “case study” di terza missione. Abbiamo comunque un problema di “abbondanza” perché sono moltissimi gli eventi di comunicazione e le attività di TT fra cui scegliere. Il problema è che nel bando non sono specificati con chiarezza quali siano gli indicatori per la valutazione della terza missione e per questo si sta cercando di avere dall’ANVUR dei chiarimenti o la pubblicazione di FAQs. Viceversa per i prodotti di ricerca il lavoro di ottimizzazione del risultato è molto complesso: l’Ente deve presentare circa 3000 prodotti per i dipendenti e circa 750 per gli incaricati di ricerca. Nel db abbiamo circa 26000 lavori fra cui scegliere. E’ in corso il lavoro di ripulitura del db da ambiguità, omonimi, doppi cognomi etc. Successivamente si procederà ad associare i lavori alle persone cercando di ottimizzare la valutazione dell’Ente.

Elenco delibere:

15460

  emissione bando concorso per un posto a tempo indeterminato di CTER VI lliv., Sez. Ferrara (L. 68/99 art.1)

15461

  assunzione a tempo indeterminato vincitore concorso n. 20862/2019 di un Coll. Amm. VII liv., Sez. Pisa (L. 68/99 art.1)

15462

  emissione bando borse di studio, Sez. Genova, Sez. Padova, Sez. Milano

15463

  approvazione integrazioni e modifiche al Programma Biennale degli acquisti di forniture e servizi da eseguirsi...

15464

  istituzione borse di studio per figli dipendenti iscritti scuole secondarie di primo e secondo grado anno scol...

15465

  assegnazione borse dottorato XXXVI ciclo da attivare con fondi INFN

15466

  approvazione schema di “Convenzione tra INFN e l’Università degli Studi di Trento per l’attivazione e i...

15467

  approvazione schema di “Convenzione tra INFN e l’Università degli Studi di Ferrara per l’attivazione e ...

15468

  approvazione schema di “Convenzione tra INFN e l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata  per l’att...

15450

  approvazione pagamento in favore del Consorzio EGO (contributo Advanced Virgo Plus)

15451

  approvazione pagamento in favore dell’Associazione Consortium GARR per l’anno 2020 (I° quota)

15452

  stipula contratto d’opera art.7 co. 6 DLvo 165/2001 al Dott. A. Esposito, LNF

15453

  approvazione schema di "Accordo Quadro" tra l'INFN e HSC-DC

15454

  approvazione “Schema tipo di Contratto tra INFN e SMACT Competence Centre SCPA"

15455

  stituzione a decorrere dall’anno 2020, il fondo per le progressioni economiche di livello per il personale d...

15456

  assegnazione contratti art. 15 e 36

15457

  spostamento su fondi Accordo ASI-INAF n. 2018-16-HH.O (CUP F86C18000190005) per contratto art. 20 alla Dott.ss...

15458

  assunzione graduatoria definita dal Selection Committee della procedura selettiva n. 20996/2019 per successiva...

15459

  proroga contratti a tempo determinato ai sensi dell’art. 20 co. 8 del D.Lgs 75/2017

Wednesday the 12th. Joomla Templates Free. Custom text here
Copyright 2012

©