Resoconto del CD del 29 e 30 settembre 2020

Creato: Mercoledì, 14 Ottobre 2020 Data pubblicazione Scritto da Antonio Passeri
  1. Il CD ha eletto due nuovi direttori:

Milano Bicocca Voto in sezione: votanti 58 su 62,  Sandra MALVEZZI 42, Gianluigi PESSINA 15, schede bianche 1.  Voto in CD: 31 Malvezzi, 2 Pessina, 1 bianca. Eletta Sandra Malvezzi.

Ferrara Voto in sezione: Votanti 44 su 46, Roberto CALABRESE 32, Raffaele TRIPICCIONE 6, schede bianche 6. Tripiccione non aveva dato disponibilità ad un secondo mandato prima delle votazioni locali e lo ha confermato in CD.  Voto in CD: 27 Calabrese, 7 schede bianche. Eletto Roberto Calabrese.

  1. Il Collegio dei Revisori dei Conti, scaduto a fine luglio, è stato prorogato fino a metà ottobre. Hanno invece partecipato all’ultimo CD dei loro mandati il direttore di Bicocca Pedrini, il direttore dei LNGS Ragazzi ed il membro vigilante del MISE, prof. Picozza, decano del CD. Tutti hanno ricevuto i saluti ed i ringraziamenti del presidente.
  2. Il CD aveva dedicato una riunione telematica preliminare lo scorso 15 settembre alla discussione delle modalità di bando delle selezioni ex art.15 per il passaggio a primo ricercatore e primo tecnologo. Un approfondimento normativo ha chiarito che l’aggiunta di un requisito di partecipazione basato sull’anzianità nell’Ente presenterebbe dei vizi di legittimità, e questa opzione è stata abbandonata. La proposta alternativa di prevedere esplicitamente nella valutazione dei candidati un piccolo punteggio aggiuntivo legato all’anzianità (eventualmente a soglia) è stata scartata. Si è quindi ritenuto di differenziare la valutazione dei titoli nelle selezioni art.15 da quella nei concorsi aperti tramite l’aggiunta del seguente “criterio generale” che la commissione esaminatrice deve tenere presente: "le esperienze professionali, gli incarichi di responsabilità, i risultati conseguiti nei settori definiti nel bando e ogni altra competenza o attività sono valutati in relazione alla rilevanza scientifica e programmatica, alla consistenza e continuità temporale, nonché al contributo al funzionamento delle strutture organizzative dell’Ente."

Il CD del 30 settembre ha quindi deliberato una modifica in tal senso del disciplinare concorsi approvato lo scorso luglio, in particolare del solo art.20 comma 9.

  1. Sono stati deliberati i bandi delle selezioni interne ex art.15 per primo ricercatore e primo tecnologo, riservati ai dipendenti a tempo indeterminato inquadrati nel III livello dello stesso profilo. Nel dettaglio, vi saranno tre bandi:

   - 23 posti di primo ricercatore sperimentale

   - 5 posti di primo ricercatore teorico

   - 23 posti di primo tecnologo

I bandi saranno pubblicati sul sito dell'Ente nelle prossime settimane. I titoli valutabili ed i criteri di valutazione sono gli stessi dei concorsi aperti, come codificati nell'ultima versione del disciplinare concorsi, con l'aggiunta del criterio generale descritto sopra che informa tutta la valutazione dei titoli.

Vi sono 200 punti disponibili per i titoli ed altrettanti per il colloquio. Saranno ammessi al colloquio coloro che superano i 140/200 nei titoli.

I quattro titoli valutabili sono:  attività scientifica/tecnologica, ruoli di coordinamento/servizio, valorizzazione/trasferimento della conoscenza, pubblicazioni (come da disciplinare).

I massimi punteggi attribuibili ai 4 titoli saranno, rispettivamente:

PR sperimentale:    100,  40,  10,  50

PR teorico:               100,  20,  10,  70

Primo tecnologo:    100,  60,  10,  30

La data di riferimento della selezione è il 1 gennaio 2020, il che significa che tutti i titoli valutabili dovranno essere stati conseguiti dai candidati prima di tale data e che i vincitori saranno immessi nel secondo livello retroattivamente dalla stessa data (con pagamento degli arretrati).

  1. Sono stati deliberati i bandi per i concorsi interni ex art.22 del DL 75/2017 riservati ai dipendenti a tempo indeterminato inquadrati nel profilo di operatore tecnico o amministrativo: 52 posti di CTER VI livello e 24 posti di Collaboratore di Amministrazione VII livello. Questo permetterà di superare l’attuale situazione di pesante sotto-inquadramento causata dai limiti assunzionali degli anni passati.
  2. I bandi per le progressioni del personale amministrativo e tecnico ex art.54 dovrebbero essere deliberati nel prossimo CD. Viceversa l’Ente ha ricevuto alcuni rilievi dalla FP e dal MEF sul contratto integrativo 2017 e sta discutendo con i ministeri per cercare di superare al più presto le difficoltà emerse. Le prospettive sono buone per le progressioni ex art.53, che si spera di poter comunque bandire presto, mentre è necessario un approfondimento maggiore per il salario accessorio di ricercatori e tecnologi, sul quale la FP insiste per una maggiore premialità.
  3. Marta Dalla Vecchia ha relazionato sulle problematiche legate alla pandemia di Covid-19 rispetto alla ripartenza delle attività dell’Ente. La presenza in servizio nel mese di settembre è salita al 55% in media su tutte le strutture. Il nuovo protocollo di Ente è stato condiviso con le OO.SS. ed i protocolli locali sono in corso di aggiornamento. Non si segnalano particolari situazioni di difficoltà legate a casi di contagio, ma si consiglia vivamente a tutti di installare l’applicazione “Immuni” sul proprio smartphone per facilitare il tracciamento dei contatti di chi dovesse risultare positivo. La maggiore presenza di personale nelle strutture richiede un accurato rispetto di tutte le misure di prevenzione dei contagi, attraverso l’uso di DPI, il distanziamento e la sanificazione in tutti gli ambienti comuni. Non è permesso organizzare convegni e workshop, ma eventuali riunioni non gestibili a distanza possono essere tenute assicurando il pieno rispetto delle misure di prevenzione.

Le missioni in Italia non differibili possono essere autorizzate come negli ultimi mesi, previo consenso del direttore del laboratorio ricevente e con la formazione del lavoratore sui protocolli in uso. Le missioni all’estero possono essere autorizzate solo verso quei paesi dove non è prevista quarantena all’ingresso, ma sono fortemente sconsigliate anche se viene solo richiesto il tampone. Naturalmente deve trattarsi di attività non differibili e approvate dal laboratorio ricevente e dalla collaborazione sperimentale in questione. La persona che va in missione deve essere informata che, in caso sviluppasse febbre o sintomi influenzali durante la missione, deve informare tempestivamente sia il laboratorio che il proprio direttore e deve restare in isolamento fino a quando non riceverà ulteriori indicazioni dalla autorità sanitarie locali. Deve inoltre essere conscia del fatto che potrebbe essere costretta a passare tutta la quarantena in isolamento nel luogo di missione. Vista la situazione dei contagi nella zona francese limitrofa, si consiglia fortemente a chi rientra dal CERN di fare il tampone naso faringeo. Le borse per studenti verso il CERN o altri laboratori devono essere rimandate. Missioni verso altri laboratori europei (PSI, DESY….) non sono vietate, ma devono comunque attenersi scrupolosamente alle precauzioni già menzionate. Il personale associato, i dottorandi e gli assegnisti possono andare in missione con le stesse restrizioni del personale dipendente. Se la situazione dei contagi dovesse aggravarsi nelle zone in cui si trovano i laboratori di nostro interesse, si valuterà la temporanea sospensione delle missioni.

Si rinforza l’invito alle strutture a fornire gratuitamente il vaccino antinfluenzale a tutti i dipendenti. Tuttavia si prevede vi sarà difficoltà a reperire tutte le dosi necessarie, visto l’aumento della richiesta, e per questo si invitano tutti coloro che rientrano nelle categorie a rischio, per età o patologia, a cercare di ottenere il vaccino dal proprio medico di base, in quanto garantito dal SSN.

  1. Il presidente ha informato che le commissioni parlamentari hanno dato il loro parere sul decreto di riparto del FOE 2020, senza chiedere cambiamenti sostanziali. Come previsto il FOE è ridotto di 18 milioni rispetto allo scorso anno, taglio che viene proporzionalmente suddiviso fra tutti gli Enti, ma che viene poi recuperato dal fondo straordinario per la ricerca incluso nel decreto rilancio, dal quale arrivano all’INFN circa 3 milioni. Tale fondo tuttavia va a coprire spese legate al contrasto del Covid-19, che dovranno quindi essere tutte rendicontate opportunamente. Complessivamente nel 2020 l’Ente finirà con l’avere un finanziamento pubblico di 1 milione superiore a quello del 2019.
  2. Nel prossimo futuro vi sono due grandi fonti di finanziamento a cui l’Ente sta cercando di accedere: il fondo per lo sviluppo infrastrutturale (istituito dalla legge di bilancio 2017 e rifinanziato nel 2018) ed il “Next Generation EU”. Per il primo l’Ente ha sottomesso progetti per circa 330 milioni, il processo di ripartizione è in corso e si stima che se ne potrebbero ottenere circa 160. Per il secondo vi sono stati contatti col MUR, che da metà ottobre dovrebbe iniziare a raccogliere proposte di progetti. L’Ente intende puntare, oltre che sul potenziamento delle proprie infrastrutture, su Einstein Telescope, il calcolo quantistico, lo sviluppo di magneti superconduttori, il calcolo parallelo. Il presidente ha invitato il CD a sostenere e promuovere la proposta di Ugo Amaldi di utilizzare il Next Generation EU per un raddoppio dell’investimento pubblico in ricerca nell’arco di 7 anni, firmando la relativa petizione online.
  3. Come noto il decreto rilancio prevede anche un piano straordinario di assunzione di ricercatori negli EPR per 50 milioni (di cui 45 agli Enti vigilati dal MUR). La quota destinata all’INFN dovrebbe essere fra i 200 ed i 220 posti. La Giunta ha chiesto al MUR di poterli usare anche per le stabilizzazioni in programma (i 55 “comma 1 misto” riconosciuti come “prioritari”) e di avere un lasso di tempo abbastanza ampio per bandire nuovi posti. Purtroppo non sembra invece possibile utilizzare questi posti per progressioni di carriera. Avendo analizzato tutte le richieste delle strutture (in massima parte coperte dai punti di turnover disponibili), la GE pensa di utilizzare il piano straordinario per le varie richieste di posti di tecnologo e di bandire due tornate di concorsi da ricercatore, con sedi in parte pre-assegnate nel bando, per compensare eventuali squilibri creatisi nelle ultime tornate.
  4. Il presidente ha informato che il 9 settembre sono stati sottomessi i progetti Einstein Telescope e Eupraxia a ESFRI, entrambi a guida INFN. Ora inizia il processo di valutazione che porterà l’anno prossimo alla revisione della roadmap delle infrastrutture di ricerca europee.

Il Council del CERN nel mese di settembre ha approvato il mid term plan che comincia ad implementare le indicazioni della Strategy finanziando diverse attività di R&D su nuovi acceleratori e magneti. Sono stati presentati anche i nuovi direttori per il periodo 2021-25, si segnala in particolare Mike Lamont agli acceleratori e Joachim Mnich a ricerca e computing.

L’INFN ha anche stretto accordi di collaborazione col DOE per quanto riguarda il progetto Darkside, il trasferimento del magnete e del calorimetro di KLOE al Fermilab come near detector del fascio di neutrini, lo sviluppo di ondulatori superconduttori per Eupraxia ed il calcolo quantistico. In quest’ultimo settore l’INFN partecipa al progetto con cui Fermilab ha ottenuto un finanziamento di 115 milioni di dollari per sviluppare un computer quantistico con prestazioni mai raggiunte prima, grazie anche a nuovi sensori che potrebbero trovare applicazione anche nella ricerca di materia oscura. Nei LNGS si pensa di ospitare un sito di test a bassissima radioattività ambientale.

  1. Il presidente ha riportato di avere avuto un incontro (telematico) molto costruttivo con il personale di LNGS, subito dopo il CD di luglio, e con Aldo Ianni. Ha riscontrato un clima collaborativo e positivo, indispensabile per costruire il futuro scientifico del laboratorio insieme al nuovo direttore. Nel frattempo è finalmente arrivata l’approvazione regionale alla “VINCA” (Valutazione di incidenza ambientale) del progetto LUNA-MV. Stanno anche partendo le gare per lo smontaggio di Borexino e LVD. Il CD ha nominato due nuovi componenti del Comitato Scientifico di LNGS: la prof.ssa Silvia Pascoli (Durham) e il dott. Giacomo Cuttone (LNS).
  2. Il presidente ha informato di aver costituito un gruppo di lavoro, coordinato da Giampaolo Carlino e composto da una decina di esperti, per elaborare una proposta di riorganizzazione del calcolo scientifico nell’Ente. La gestione attuale di queste attività è frutto delle stratificazioni di varie soluzioni adottate negli anni per rispondere ad esigenze diverse, e manca spesso di una chiara attribuzione di ruoli. La proposta che il gdl presenterà alla GE sarà condivisa e discussa in CD. Nel frattempo si è ritenuto di congelare l’attuale presidente della CCR, in scadenza.
  3. La GE ha deciso di stornare centralmente metà degli avanzi di missione rimasti nelle CSN a causa del Covid e di chiedere alle CSN di utilizzare l’altra metà per anticipare spese già note del prossimo anno. Si tratta di una misura prudenziale, vista la mancanza di certezze sulla consistenza del FOE 2021.
  4. Marta Dalla Vecchia ha relazionato sulla nuova legge che regolamenta la protezione dei lavoratori dalla radiazioni ionizzanti, il DL 101/2020. Il decreto introduce diverse novità, che sono in corso di analisi e implementazione da parte dei servizi delle strutture. Le principali sono:
  • L’introduzione di un “vincolo” di dose individuale per ogni sorgente di radiazione e per ogni situazione pianificata di esposizione.
  • Il datore di lavoro deve definire, in accordo con le istituzioni esterne presso cui avverrà l’esposizione (i.e. laboratori che ospitano gli esperimenti), i vincoli di dose per ogni attività prevista. Deve inoltre acquisire le informazioni riguardo i rischi di esposizione nelle diverse zone di lavoro presso i laboratori esterni e riguardo le misure di prevenzione e protezione da adottare.
  • Cambiano i nomi delle figure di riferimento: l’esperto qualificato diventa “esperto di radioprotezione” ed il medico competente diventa “medico autorizzato”.
  • Viene introdotto il controllo dell’esposizione al radon, specialmente per quanto i luoghi di lavoro sotterranei. Su questa materia entro 12 mesi dalla pubblicazione del decreto sarà adottato il “Piano nazionale d’azione per il radon”.
  • Viene rafforzata la formazione sia dei lavoratori che dei dirigenti e dei preposti, ma i formatori devono avere uno specifico riconoscimento come “formatori in materia di salute e sicurezza”.
  1. Come noto in questi mesi c’è stato un avvicendamento alla guida del Sistema Informativo. Il responsabile uscente, Marco Serra, ha tracciato un bilancio degli 8 anni passati: il SI fu iniziato raccogliendo le diverse persone che a vario titolo si occupavano di informatica amministrativa, con il mandato di valorizzare il personale interno, rendere l’ente autonomo dalle ditte esterne nella gestione del proprio bilancio, stabilizzare e organizzare il sw. Molti risultati sono stati raggiunti, anche perché l’Ente ha creduto nel progetto, stabilizzando negli anni tutto il personale dedicato, che all’inizio era in massima parte precario. Serra ha elencato in particolare i risultati ottenuti in 5 aree di intervento:
  • Basterebbe citare l’incidente dell’allagamento del CNAF, gestito al meglio grazie all’impegno di tutti, minimizzando i disagi e riattivando tuti i servizi in pochi giorni. A seguito di questo evento è stata definita una procedura di business continuity e migliorata la procedura di disaster recovery. In generale il build ed il deployment dei servizi è stato rivisto.
  • Area bilancio e contabilità: migrata su software gestito internamente e chiusura del contratto con ditta esterna. Introdotta fatturazione elettronica, split payment dell’IVA, il workflow unico delle missioni, l’anagrafica centralizzata, implementato il nuovo regolamento missioni, la prenotazione di spesa, il nuovo ciclo degli acquisti.
  • Area personale: evoluto e perfezionato il sistema presenze. Sviluppato il tool assegni di ricerca. Godiva, cedolino e CUD online. Sviluppato il reclutamento online, che finora ha gestito ben 435 bandi. Reso disponibile il report Godiva, gli assegni online, la gestione completa carriere. Rimane però ancora molto da fare sullo stipendiale.
  • Area Ricerca: ha sofferto più delle altre, anche perché ha avuto meno personpower. Ora è quasi pronto il sistema che permette ai responsabili nazionali/financial officers/presidenti CSN, tramite BI, di seguire la spesa sede per sede di ogni sigla/progetto.
  • Area digitalizzazione: Alfresco è stato integrato in tutte le attività dell’Ente. E’ stato sviluppato il nuovo protocollo informatico unico. Realizzato il fascicolo elettronico degli acquisti.

La spesa per il SI in questi anni, partendo da situazioni eccezionali, è diventata progressivamente dell’ordine di 0.5 milioni l’anno, e va quasi tutta in licenze.

Serra ha anche tracciato un bilancio metodologico che ha riassunto nei seguenti punti:

-            Per migliorare un’area è necessario prima rianalizzare le procedure utilizzate.

-            E’ molto importante evitare eccessive “personalizzazioni” dei sw acquisiti esternamente, specialmente per la contabilità. In caso contrario possono nascere problemi molto seri in caso di cambiamenti normativi.

-            Molti ticket di assistenza sono aperti per errori amministrativi o procedurali

-            L’organizzazione dello sviluppo sw nel SI, per quanto caotica, richiede che per ogni processo vi sia qualcuno in grado di tirare le fila e prendere decisioni, altrimenti molto lavoro viene perso.

Serra ritiene di lasciare al SI un gruppo consolidato, su sedi diverse, che copre applicativi su tutte le aree, in grado anche di gestire prodoti esterni. Ha concluso ringraziando tutto il personale che ha lavorato con lui in questi anni.

Il presidente Zoccoli ha ringraziato vivamente Marco Serra per il lavoro svolto in questi anni.

A seguire Roberto Gomezel ha presentato un suo primo programma di lavoro. Il management chiede al SI di affrontare le seguenti questioni: il ciclo delibere, la dematerializzazione delle missioni, il reclutamento telematico anche per i concorsi locali, il libro firma e le firme digitali remote integrate nel ciclo acquisti, la dematerializzazione del contratto di assunzione.

Ritiene necessaio anche programmare per il futuro: il completamento della migrazione a BC, acquistare sufficienti licenze del DB, la gestione del patrimonio, la reingegnerizzazione del ciclo delle trasferte, dei preventivi e dei consuntivi.

Specifica che l’attuale licenza Oracle DB copre 256 utenze (ma una utenza è anche una stampante che si collega al sistema). Bisogna uscire dal modello utente per passare a una licenza basata sui “core”. Servono 76 core. Dopo una trattativa con Oracle l’INFN ha ottenuto uno sconto del 90% purché le licenze siano acquistate senza intermediari. L’offerta scade a fine ottobre, l’eventuale acquisto dovrà essere approvato in CD.

Per quanto riguarda la gestione del SI, Gomezel punta tutto sulla collaborazione. Prevede almeno 4 incontri annuali di tutto il personale del servizio, oltre a regolari confronti con le diverse aree e con tutti gli utenti “primari” (direzioni di AC, CCR, CSN…). Per sostenere questo programma ha chiesto alla GE, a valere sul prossimo piano straordinario di assunzioni, 4 nuovi tecnologi per lo sviluppo, 1 per l’infrastruttura, 2 per la digitalizzazione, 3 CTER.

  1. Lubrano ha riportato gli ultimi sviluppi della VQR. Lo scorso 11 agosto è uscito un DM che integra le linee guida precedentemente emanate. Successivamente, il 25 settembre, è stato pubblicato il nuovo bando VQR la cui novità più importante (dal punto di vista INFN) è che non è più richiesto di allegare ad ogni articolo una descrizione del contributo individuale del ricercatore a cui viene associato. L’unica prescrizione è che, se l’articolo fosse privo di abstract, il ricercatore a cui viene associato ne scriva uno. Nel frattempo, a metà settembre, sono stati sorteggiati i GEV, fra i quali compaiono 5 dipendenti dell’Ente e molti associati. E’ stato anche aggiornato il cronoprogramma: entro l’8 ottobre ANVUR comunicherà i nomi dei coordinatori dei GEV, entro il 13 novembre l’Ente segnalerà i nomi degli incaricati di ricerca che intende portare in valutazione, mentre entro il 16 novembre comunicherà la lista di strutture da valutare. Il caricamento dei prodotti inizierà il prossimo 22 febbraio, ma l’INFN aspetterà di vedere quali prodotti saranno caricati dalle Università, che hanno tempo fino al 23 aprile, mentre gli EPR hanno tempo fino al 7 maggio. Poi partirà la valutazione che si concluderà entro il 15 marzo 2022.
  2. Bettoni ha informato che si terrà un percorso di formazione manageriale il 22 ottobre a Napoli per i Direttori di AC e anche per alcuni Direttori delle strutture. Inoltre è in fase di definizione un percorso di formazione per i nuovi direttori che partirà entro quest’anno, della durata di un paio di giorni in presenza, che probabilmente sarà tenuto ai LNF.
  3. Il 16 dicembre si terrà a LNF una giornata in ricordo di Nicola Cabibbo a 10 anni dalla morte.
  4. Il CD ha approvato il Disciplinare della formazione discusso a luglio, senza rilevanti modifiche rispetto alla versione proposta ai direttori.

Elenco delibere:

15610

  approvazione schema di “Amendment n. 1 to the Framework Agreement between the INFN and the Consortium of Pol...

15611

  approvazione "Addendum No. 9 to the Memorandum of Understanding for Collaboration in the Neutrino Program NP07...

15612

  assegnazione contratti a tempo determinato art. 15 e 36

15613

  assegnazione contratto a tempo determinato art. 20 al Dott. M. Pozzato presso la Sez. Bologna

15614

  assegnazione contratto a tempo determinato art. 20 al Dott. J.J. Suarez Vargas presso la Sez. Trieste

15600

  ratifica delibera n. 12523 del 16 settembre 2020: approvazione “Joint Research Collaboration Agreement betwe...

15601

  emissione bando borse di studio, Sez. Perugia

15602

  approvazione schema di “Convenzione tra IRCCS Policlinico San Martino e l’Istituto Nazionale di fisica Nucleare”

15603

  attribuzione indennità art. 22 DPR 171/91 ai Dott. R. Gomezel Sez. Trieste, Dott. V. Manzari Sez. Bari, Dott....

15604

  approvazione “Disciplinare della Formazione”

15595

  Rinnovo cariche direttive: Elezione Direttore Sez. Milano Bicocca, Dott.ssa Sandra Malvezzi per il prossimo qu...

15596

  Rinnovo cariche direttive: Elezione Direttore Sezione Ferrara, Prof. Roberto Calabrese per il prossimo quadriennio

15597

  ratifica delibera n. 12501 del 16 settembre 2020: rettifica punto 7 Annex 1 delibera CD n. 15574 del 24 luglio...

15598

  ratifica delibera n. 12521 del 16 settembre 2020: ratifica disposizione n. 22368 relativa all’approvazione s...

15599

  ratifica delibera n. 12522 del 16 settembre 2020: ratifica disposizione n. 22367 relativa all’approvazione s...

15615

  emissione bando concorso per un posto a tempo indeterminato di CTER VI liv., LNF (L. 68/99 art. 1)

15616

  emissione bando concorso per n.3 posti a tempo indeterminato di CTER VI liv., LNS, LNF (PTA 2019-2021)

15617

  assunzione a tempo indeterminato vincitore concorso n. 21439/2019 con profilo di Tecnologo III liv, LNS (PTA 2018-2020)

15618

  assunzione a tempo indeterminato vincitori concorso n. 21545/2020 con profilo di CTER VI liv, LNS (PTA 2019-2021)

15619

  inserimento in graduatoria dei Dott.ssa S. Muraro per personale ricercatore e tecnologo stabilizzabile presso ...

15630

  emissione bando procedure selettive ai sensi dell’art. 22, comma 15, del Decreto Legislativo 25 maggio 2017,...

15631

  emissione bando procedure selettive ai sensi dell’art. 15, commi 5 e 6 del CCNL per n.23 posti di Ric. II li...

15632

  nomina Comitato Scientifico dei LNGS

15633

  nomina Comitato Scientifico dei LNF

15634

  approvazione "Service Level Agreement for Service and Activity Delivery between EMSO ERIC and INGV and INFN fo...

15625

  approvazione Accordo (Protocollo URM2 - DIF – N. 0000975/2020) per “Partecipazione italiana alla fase A de...

15626

  approvazione Accordo Operativo tra INAF e INFN per la realizzazione del Progetto dal titolo "SWEATERS (Space W...

15627

  comando Dott. R. Papaleo dei LNS presso l’Azienda Ospedaliera Cannizzaro di Catania

15628

  modifica periodo del comma 9, dell’articolo 20, del “Disciplinare recante le norme sui concorsi per l’as...

15629

  rideterminazione numero di posti da bandire con procedure selettive riservate ai sensi dell’art. 22, comma 1...

15605

  nomina Comitato di Valutazione Internazionale

15606

  approvazione proroga durata Consorzio EGO per ulteriori cinque anni

15607

  approvazione schema di “Accordo di Programma tra INFN e l’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia (...

15608

  approvazione "Amendment n. 1 to Addendum n. 1 KE3084/TE/HL-LHC to the Framework Collaboration Agreement KN3083...

15609

  approvazione "Collaboration Agreement KN4460/RCS/DarkSide-20k between CERN and INFN concerning collaboration o...

15620

  approvazione schema di “Addendum FCC-GOV-CC-0194 (KE4831/ATS)”

15621

  approvazione partecipazione di LNS-INFN in qualità di soggetto capofila, al progetto dal titolo “BCT – Br...

15622

  approvazione schema di “Convenzione per la corresponsione all’Università di Pisa di un contributo destina...

15623

  approvazione ““Convenzione tra l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e la Scuola Universitaria Superio...

15624

  approvazione schema di “Accordo Quadro di Collaborazione tra il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e l’I...

Wednesday the 12th. Joomla Templates Free. Custom text here
Copyright 2012

©