Il sistema di lettura dati dell'esperimento deve raccogliere i dati digitizzati provenienti da ogni sotto-rivelatore e mettere insieme in modo coerente tutta l'informazione relativa ad un evento di collisione protone-protone. Deve cioe' "ricostruire" tutto l'evento prima di immagazzinarne tutti i suoi dati per una successiva analisi fisica. 

Il sistema di "trigger" deve riconoscere gli eventi di fisica interessanti e, in caso di scelta positiva, segnalare al sistema di lettura dati di immagazzinare i dati dell'evento prescelto. Infatti, quando LHC funziona alla massimo delle sue prestazioni, avvengono ogni secondo circa un miliardo di interazioni protone-protone all’interno del rivelatore CMS. Non esiste alcuna possibilità di leggere e registrare i dati provenienti da tutti questi eventi, e, anche se si potesse farlo, la maggior parte di essi non sarebbero di grande interesse fisico; potrebbero provenire da collisioni laterali di bassa energia, piuttosto che da interazioni centrali di alta energia.
C’è pertanto bisogno di un trigger che possa selezionare gli eventi potenzialmente interessanti, come quelli che producono il bosone di Higgs, e contemporaneamente ridurre la frequenza a qualche centinaia di eventi al secondo, che possono essere letti e immagazzinati in dischi di computer per una successiva analisi.

In ogni caso, poichè "pacchetti" di protoni collidono 40 milioni di volte al secondo, ci sono solo 25 nanosecondi (25 miliardesimi di secondo) prima dell’arrivo del successivo pacchetto. Nuove particelle si generano prima che quelle dall’evento precedente abbiano completamente lasciato il rivelatore! La soluzione consiste nell’immagazzinare i dati in "pipeline", che possano trattenere e processare contemporaneamente le informazioni provenienti da differenti interazioni. Per non confondere particelle provenienti da due eventi diversi, i rivelatori devo avere una ottima risoluzione temporale e i segnali provenienti dai milioni di canali di elettronica devono essere sincronizzati, in modo da poterli tutti identificare come provenienti dallo stesso evento.