nu@FNAL

Progetto di ricerca nell'ambito della commissione scientifica nazionale 2 dell' INFN, che si propone di contribuire all'intero programma del neutrino negli USA, partecipando sia al programma di Short Baseline, in fase di avanzata realizzazione, che alla progettazione, costruzione e presa dati/analisi di DUNE.

Il responsabile nazionale è Sergio Bertolucci. Al progetto partecipano le sedi INFN di Bologna, Ferrara, Genova, Lecce, Milano Bicocca, Catania, Lab. Naz. del Sud, Milano, Napoli, Padova.

SBN   Short-Baseline Neutrino Program

Il programma short-baseline del Fermilab è frutto di una proposta congiunta di tre collaborazioni per la ricerca di eventuali oscillazioni indotte dal neutrino sterile nei canali di comparsa di νe e di scomparsa di νμ lungo il fascio Booster Neutrino Beam (BNB). I tre rivelatori utilizzati dalle collaborazioni sono basati su Time Projection Chamber ad Argon Liquido (LArTPC) e contribuiscono allo sviluppo di questa tecnologia in vista dell'esperimento long-baseline DUNE. Gli obiettivi scientifici comuni sono evidenziati nel proposal disponibile su arXiv.

ICARUS T-600

Il rivelatore ICARUS T-600, composto da due moduli LArTPC di 300 ton, sarà posizionato a 600 metri dal bersaglio del BNB e servirà da Far Detector. Il T-600 ha operato presso i Laboratori Nazionali del Gran Sasso dal 2010 al 2014 e sarà installato al Fermilab nel 2017, dopo una fase di upgrade al CERN.

MicroBooNE

Il rivelatore MicroBooNE, una LArTPC di 170 ton, è posizionato a 470 metri dal bersaglio del BNB ed è attualmente in presa dati da metà 2015.

SBND

Lo Short-Baseline Near Detector (SBND), una LArTPC di 260 ton, sarà posizionato a 110 metri e fungerà da Near Detector lungo la linea di fascio.

DUNE

Il Deep Underground Neutrino Experiment (DUNE) è una collaborazione internazionale per lo sviluppo di un rivelatore all'avanguardia finalizzato allo studio dei neutrini e alla ricerca del decadimento del protone.

DUNE sarà composta da due rivelatori (Near e Far) esposti al fascio di neutrini muonici. Il rivelatore Near osserverà le interazioni di neutrino vicino alla sorgente del fascio al Fermilab mentre il rivelatore Far sarà installato al Sanford Underground Research Laboratory in South Dakota, a più di 1 km di profondità e a 1300 km di distanza dalla sorgente del fascio.