Assemblea congiunta dei rappresentanti dei ricercatori e dei...

Il 13 e 14 dicembre ai Laboratori Nazionali di Frascati, assemblea congiunta dei rappresentanti di ricercatori e tecnologi. Nella sessione del 14 mattina si terrà una prima discussione delle candidature a Rappresentante Nazionale dei ricer...


continua a leggere...

Resoconto del CD del 25-26 settembre 2018

Riunione pre-CD 25 settembre 2018 Il presidente introduce annunciando evoluzioni sulla conclusione delle stabilizzazioni. Nel frattempo il TAR si è pronunciato su alcuni ricorsi dichiarandosi non competente e rimandandoli al tribunale del ...


continua a leggere...

Resoconto del CD del 26-27 luglio 2018

Riunione pre-CD 26 luglio 2018 Il Presidente informa che c’è stato un passaggio difficile del decreto di riparto del FOE nelle commissioni parlamentari perché si voleva destinare la quota premiale di 68 Meuro al finanziamento delle stabili...


continua a leggere...

Resoconto del CD del 27 e 28 giugno 2018

Riunione pre-CD 27 giugno 2018 Il Presidente informa che la dott.ssa Barillà è stata promossa e quindi non sarà più il nostro interlocutore alla Funzione Pubblica. Relazione Fondi esterni – A. Staiano Staiano ricorda che è stato nominato...


continua a leggere...

Lettera aperta al CD sui concorsi

20 giugno 2018  Lettera aperta sui prossimi concorsi ai componenti del Consiglio Direttivo dell’INFN   Lo scorso 30 maggio il Consiglio Direttivo ha deliberato l’emissione dei bandi di concorso per 49 ricercatori, 32 primi ricercatori e...


continua a leggere...

Resoconto del CD del 25-26 gennaio 2018

Riunione pre-CD 25 gennaio A.Masiero: relazione sulla roadmap APPEC 2017-2026. APPEC è un consorzio di agenzie finanziatrici europee nel campo della fisica astroparticellare, nato dall’esigenza di coordinamento di risorse e iniziative a l...


continua a leggere...

Relazione del gruppo di analisi dei concorsi a ricercatore 2...

Il Gruppo di Lavoro per l'analisi dei risultati dei due concorsi a ricercatore del 2016 (15 posti per teorici e 58 per sperimentali) ha prodotto e distribuito al CD la sua relazione conclusiva (images/documents/cd/GdL-analisi-concorsi-RelFi...


continua a leggere...

Resoconto del CD del 20-21-22 dicembre 2017

Riunione del 20 dicembre 2017 In mattinata si è svolta una interessante riunione della CSN1 dedicata alla discussione sulla European Strategy, il cui processo di stesura è in partenza. Sono stati discussi Higgs factory e muon collider, ma ...


continua a leggere...

Resoconto del CD del 29 e 30 novembre 2017

Riunione pre-CD 29 novembre Il presidente è impegnato al MIUR, la riunione è presieduta dal vicepresidente Masiero. Masiero informa che nella seduta notturna della Commissione Bilancio del Senato è stato approvato un emendamento (http://w...


continua a leggere...

Resoconto del CD del 26 e 27 ottobre 2017

Riunione pre-CD 26 ottobre M.Ferrario: il progetto Eupraxia@SPARC_LAB Gli acceleratori tradizionali hanno raggiunto limiti che si possono superare solo aumentandone le dimensioni. Viceversa le prestazioni delle tecniche di accelerazione a...


continua a leggere...

Lettera dei Rappresentanti dei Ricercatori al Presidente del...

L'assemblea dei rappresentanti dei ricercatori ha inviato una lettera (images/documents/assemblea/lettera-amministrazione.pdf) al Presidente dell'INFN per esprimere preoccupazione sui rapporti fra amministrazione e attività di ricerca nell'...


continua a leggere...

Resoconto del CD del 26-27 settembre 2017

Riunione pre-CD del 26 settembre Il presidente relaziona sull’incontro con la direttrice di NSF France Córdova, avvenuto il giorno precedente. Accompagnata dall’ambasciatrice USA ha visitato LNGS e ne è rimasta entusiasta. Oggi incontrerà ...


continua a leggere...

Resoconto del Consiglio Direttivo del 20 e 21 luglio 2017

Riunione pre-CD 20 luglio 2017 G.Puglierin: L’impegno INFN per la Fusione: RXF e IFMIF La ricerca sulla produzione di energia da fusione di deuterio e trizio col metodo del confinamento magnetico ha lunga storia di collaborazione internaz...


continua a leggere...

Resoconto del Consiglio direttivo del 27 e 28 giugno 2017

Riunione pre-CD del 27-6-2017 La dott.ssa Monica Parrella (del dipartimento pari opportunità della Presidenza del Consiglio) presenta il nuovo strumento del “lavoro agile” (smart working)  nella pubblica amministrazione. Legge 124/2015 (r...


continua a leggere...

Assemblea dei Rappresentanti dei Ricercatori: Cagliari 12-13...

Tutti i dettagli alla pagina indico (https://agenda.infn.it/conferenceDisplay.py?confId=13853)


continua a leggere...

Resoconto del CD del 23-25-26 maggio 2017

Riunione del 23 maggio sullo Statuto D. Bettoni a nome del gruppo di lavoro presenta le modifiche apportate rispetto al precedente CD, allo scopo di integrare le osservazioni ricevute ed avendo ricevuto e discusso le proposte del CUG e d...


continua a leggere...

Resoconto del CD del 27-28 aprile 2017

Riunione pre-CD del 27 aprile Il presidente informa che l’Ente ha ricevuto richiesta formale del Piano Triennale 2017-19 da parte del MIUR ed è pronto a inviarlo. Il Piano è stato presentato ai sindacati due giorni prima, ma è stato contes...


continua a leggere...

Resoconto del CD del 29-31 marzo 2017

Riunione del 29 marzo 2017 Si inizia senza il presidente, in arrivo da Firenze a breve. Il vicepresidente Masiero informa sullo stato delle trattative sindacali, per le quali il giorno precedente si è tenuto un nuovo incontro con le OOSS,...


continua a leggere...

Resoconto del CD del 23-24 febbraio 2017

Riunione pre-CD 23 febbraio 2017 Il Presidente informa che i risultati della VQR sono stati pubblicati il giorno precedente. Anche se è presto per poterli commentare, è chiaro che l’INFN è andato molto bene, anche a livello di singole ...


continua a leggere...

Resoconto del CD del 25-26-27 gennaio 2017

Riunione pre-CD 25 gennaio 2017 Giornata dedicata alla discussione del fabbisogno di personale per i prossimi anni e alla valutazione dei relativi costi in rapporto alle previsioni di bilancio. Si decide di non divulgare i dettagli della d...


continua a leggere...

Sondaggi su rappresentanza e durata dei mandati nel nuovo St...

I rappresentanti dei ricercatori hanno condotto un sondaggio fra i propri rappresentati su due punti in discussione per il nuovo Statuto dell'INFN. Gli intervistati (attraverso uno o più messaggi di richiesta di voto) sono stati poco meno d...


continua a leggere...

Resoconto del CD del 20 e 21 dicembre 2016

Riunione pre-CD 20 dicembre 2016 Il presidente informa che i due concorsi per giovani ricercatori sono terminati, ma la graduatoria ancora non può essere considerata definitiva fino alla scadenza de 15 gg successivi all’ultimo esame orale,...


continua a leggere...

Resoconto del CD del 28 e 29 novembre 2016

Riunione pre-CD 28 ottobre 2016 Presentazione di Markus  Nordberg:  iniziativa ATTRACT (http://www.attract-eu.org/)  Coinvolge alcuni dei principali laboratori europei (CERN, ESRF, ECO, EMBL) con l’obiettivo di accelerare lo sviluppo di ...


continua a leggere...

Resoconto del Consiglio Direttivo del 27-28 ottobre 2016

Riunione pre-CD 27 ottobre 2016 Il presidente torna brevemente sulla questione dell’Abilitazione Scientifica Nazionale ricordando che: il gdl individuato nel precedente CD è al lavoro per trovare soluzioni che possano alleviare il problema...


continua a leggere...

Assemblea dei rappresentanti dei ricercatori 1-2 dicembre a ...

L'assemblea dei rappresentanti dei ricercatori si riunirà nei gironi 1 e 2 dicembre presso i Laboratori Nazionali di Legnaro. Tutte le informazioni sulla pagina indico (https://agenda.infn.it/conferenceDisplay.py?confId=12217) dell'event...


continua a leggere...

Resoconto del Consiglio Direttivo del 28-29 settembre 2016

Riunione pre-CD del 29 settembre Il Presidente informa di aver ricevuto una lettera firmata dal Capo di Stato Maggiore  dell’Esercito che ci ricorda dell’obbligo di riservare nel nostro organico 6.9  posti di personale non dirigente riserv...


continua a leggere...

Resoconto del CD del 21-22 luglio 2016

Riunione 21 luglio 2016 Il Presidente informa che il Ministro degli esteri  Gentiloni  visiterà il CERN il 22 agosto. Comunica altresì che il FOE 2016 è stato trasmesso alle Camere. Il decreto sui criteri di assegnazione dei Premiali 2016...


continua a leggere...

Resoconto del CD del 23 e 24 giugno 2016

Riunione direttori del 23 giugno 2016 I bandi di concorso per 58 giovani ricercatori sperimentali e 15 teorici saranno pubblicati in Gazzetta Ufficiale l’8 luglio. I bandi riporteranno le date degli scritti, che dovrebbero tenersi a Roma f...


continua a leggere...

Pubblicati i Bandi di Concorso per 73 posti da ricercatore

Sulla Gazzetta Ufficiale del 8 luglio sono pubblicati i bandi 18221/2016 e 18226/2016, rispettivamente per 58 posti da ricercatore III livello sperimentale e 15 posti per ricercatore III livello teorico. http://www.ac.infn.it/job/index.php...


continua a leggere...

Rosoconto del CD del 31 maggio - 1 giugno 2016

Riunione pre-CD 31 maggio 2016 Il Presidente è impegnato in un incontro al MIUR; apre la riunione il vicepresidente Masiero. Relazione sull’analisi di impatto socio-economico di KM3NET-Italia (images/documents/cd/IMPATTO%20ECONOMICO_K...


continua a leggere...
01234567891011121314151617181920212223242526272829

Resoconto del CD del 29 e 30 novembre 2017

Riunione pre-CD 29 novembre

Il presidente è impegnato al MIUR, la riunione è presieduta dal vicepresidente Masiero.

Masiero informa che nella seduta notturna della Commissione Bilancio del Senato è stato approvato un emendamento alla legge di bilancio che stanzia un finanziamento di 10 milioni nel 2018 e 50 nel 2019 dedicato alle stabilizzazioni di ricercatori e tecnologi degli Enti di Ricerca, purché siano cofinanziate su fondi interni al 50%. La legge di stabilità dovrà ora essere discussa alla Camera, dove potranno essere introdotte ulteriori modifiche (si tenterà per esempio di estendere il finanziamento alle stabilizzazioni del personale tecnico e amministrativo).

Masiero informa anche che un’assemblea sindacale indetta congiuntamente da CGIL, CISL, UIL e ANPRI è in corso all’ingresso dell’edificio e che i partecipanti saranno ricevuti dal CD alle 11:30. Il CD deve quindi prepararsi a fornire una posizione chiara su due temi: le stabilizzazioni e le progressioni di livello ex art. 54 per il personale tecnico e amministrativo.

  • Per quanto riguarda le stabilizzazioni Masiero propone che la posizione fin qui presa dall’Ente rimanga invariata fino a quando sarà nota la forma definitiva della legge di stabilità, momento in cui potrà essere riconsiderata alla luce delle nuove norme e delle risorse che saranno rese disponibili. Viene chiesto se non permangano le pregiudiziali “di principio” fin qui sostenute, ma Masiero ritiene che tutto il quadro vada riconsiderato nel suo complesso se dovessero cambiare le condizioni esterne.
  • Per le progressioni ex art.54 ci sono circa 400 persone candidabili ed ogni progressione costa 2500 euro. Osservando le regole imposte dalla FP sul salario accessorio al massimo se ne possono fare 80, grazie al metodo ISTAT (recupero della spesa per art.54 dei pensionati ai quali era stato riconosciuto).  Si tratta chiaramente di un numero molto insoddisfacente: Masiero propone quindi al CD di programmare 200 progressioni nel PT, con la precisazione che vi si procederà solamente dietro esplicito consenso di MEF e FP. Precisa tuttavia che i revisori hanno specificato che, anche in presenza di autorizzazione ministeriale, se poi dovesse comunque arrivare un rilievo della Corte dei Conti, il CD ne dovrebbe rispondere. Chiede quindi la disponibilità ad assumersi tale responsabilità.

Gomezel ricorda che le limitazioni alle progressioni ex art.54 derivano solamente da una circolare della FP che impone di finanziarle col fondo del salario accessorio, malgrado ciò non sia affatto previsto nel CCNL. A questo proposito informa che il 31-10-2017 è stata pubblicata l’ordinanza n. 25905 della Corte di Cassazione, riguardo un ricorso contro una circolare dell’Agenzia delle Entrate, che specifica che ogni interpretazione della legge fornita dalla PA attraverso circolari non può essere vincolante e non costituisce fonte normativa. Lo stesso principio deve quindi valere per gli art.54, e la circolare della FP non può essere considerata vincolante.

Viene ricevuta l’assemblea sindacale. Intervengono i rappresentanti di CGIL, CISL e UIL. Tutti richiamano la recente circolare Madia sulle stabilizzazioni e concordano nel chiedere la stabilizzazione di tutti gli aventi diritto, la proroga dei contratti a td fino alla stabilizzazione e un sostanziale incremento delle progressioni ex art.54. Consegnano una lettera firmata da numerosi dipendenti in cui si chiede una ampia valorizzazione del personale.

Il vicepresidente Masiero risponde descrivendo le proposte del CD: c’è la disponibilità a riconsiderare il piano delle stabilizzazioni solo dopo il testo definitivo della legge di stabilità. L’Ente ha fatto un notevole sforzo di programmazione, con l’idea di mantenere le competenze presenti attualmente, ma per ora resta contrario ad automatismi per ricercatori e tecnologi. Viceversa saranno previste nel PT 200 progressioni ex art.54, ma si chiederà l’approvazione di FP e MEF prima di bandirle.

Le rappresentanze sindacali si dichiarano insoddisfatte delle proposte illustrate e chiedono una discussione approfondita e l’estensione di un documento congiunto in cui l’Ente si assuma alcuni impegni, altrimenti si dichiarano pronte ad occupare la presidenza.  Una delegazione ristretta si ritira per trattare. Nel frattempo rientra anche il presidente Ferroni. Dopo alcune ore Masiero comunica al CD che è stato raggiunto un accordo su 4 punti, elencati e sottoscritti in un documento congiunto.

Riprende la riunione con agenda ridotta.

Il presidente comunica che è stato approvato un emendamento alla legge di stabilità che cancella i premiali e ne riversa sul FOE i 68 milioni. C’è ancora la speranza di ottenere un finanziamento aggiuntivo per l’upgrade di Virgo. Inoltre dovrebbero esserci dei fondi dedicati per il trasferimento del CNAF nel nuovo polo informatico di Bologna.

Il presidente preannuncia che nel CD di domani sarà portato in approvazione il nuovo  Disciplinare organizzativo di LNGS: è un passo importante verso una razionalizzazione della gestione del laboratorio, anche se non può considerarsi ancora completo. Tuttavia permetterà di rispondere al meglio alle tensioni attuali sia interne che esterne.

Il presidente chiede l’approvazione con urgenza di una delibera che costituisca in AC una direzione RUP, per fare fronte alle esigenze dell’Ente in questo campo. Si impegna a garantire che la riforma organica di AC, inclusa l’organizzazione dei RUP, sia discussa a fondo nei prossimi mesi, ma chiede fiducia su questo provvedimento che mira solo a rispondere ad urgenti necessità. Pur comprendendo la richiesta, molti dei presenti trovano inopportuna la creazione di una sesta direzione in AC. A seguito di discussioni e proposte continuati in serata, matura poi la proposta di dedicare ai RUP una Divisione (ovvero una unità organizzativa di livello inferiore alla Direzione) che sarà poi recepita nella delibera presentata in CD.

Il dott. Saban relaziona sull’incidente capitato lo scorso 9 novembre al CNAF

È stato costituito gruppo di studio per analizzare quanto successo, composto da  R.Saban, R.Ricci (LNF), G.Carlino (NA).

Il 9-11 la sala quadri elettrici era sotto 1.2 m di acqua e la sala macchine sotto 40 cm d’acqua. Una condotta dell’acquedotto ha perso una flangia ed ha riversato gradualmente l’acqua in una specie di lago sotterraneo che a un certo punto è esploso, riversando l’acqua in una trincea da cui poi l’acqua è confluita nei locali del CNAF.

Dal log file delle sicurezze dell’edificio risulta che il primo segnale di problemi con una sonda è delle ore 4:15, ma la valvola di chiusura è stata azionata alle 9. Purtroppo il primo segnale non è stato trattato come allarme, in quanto segnalava solo umidità. Ma alle 5 c’è stato un allarme allagamento all’ingresso che ha provocato correttamente la chiusura del portone. Tuttavia c’è stata una risalita d’acqua dal pavimento, malgrado il portone chiuso. Questa è una debolezza del sistema, perché l’edificio è circondato da pilastri che non bloccano l’entrata dell’acqua. La sonda di livello nella vasca è andata in allarme alle 5:30, ma non ha provocato reazione. Alle 7:10 a causa della salita d’acqua nella sala elettrica si è sganciata l’alimentazione e sono partiti i motori diesel per supplire: questo è stato un errore di procedura.  Inoltre lo switch per fermare i motori diesel non era accessibile ed è stato necessario chiudere l’iniezione di carburante.

Per il ripristino sono stati prima di tutto rimossi 500 m^3 di acqua. Poi pulito il fango.  Rimossi dischi e tape. Installata una linea elettrica di fortuna, ripristinata l’alimentazione del polo GARR, spostati i servizi informativi ed i servizi nazionali al vicino CNR. Iniziate le prime verifiche di funzionalità.  L’incidente è avvenuto di giovedì: al termine del week end le cose cominciavano a funzionare.

Dal 20 novembre la ditta Belfor, specializzata in disaster recovery, è al lavoro per la pulizia, essiccamento e deumidificazione dei locali. Ci vorranno 3 settimane.

Per la parte elettrica si sono già ricevuti i preventivi. Si prevede la bonifica di un primo quadro entro Natale, poi a gennaio il secondo che è più danneggiato.  Anche i gruppi di continuità saranno ripristinati. I chiller sono spenti ma dovrebbero essere ok perché situati al primo piano.

Il sistema antincendio è da controllare e ripristinare. Il sistema antiallagamento è da riprogettare completamente.

Per quanto riguarda le infrastrutture informatiche:

  • Dischi: in totale sono presenti 23.9 PByte. 4 PByte sono da sostituire. 9 cestelli a rischio che coinvolgono CSN2, Atlas, LHCB, Alice, CMS. Era già stato acquistato un set da 7 Pbyte, che verrà consegnato quando la sala sarà pronta.
  • Tape: ci sono state varie interazioni col fornitore (Oracle). È necesaria una completa pulizia interna, e la sostituzione delle parti bagnate. Va poi ricertificata tutta la libreria. I primi test sono positivi per il recupero dei dati sui nastri bagnati. Tuttavia tutti i dati sono duplicati almeno su un altro centro, quindi in caso di necessità potranno essere copiati.
  • Servizi: SI e Servizi nazionali sono stati spostati nella vicina sede del CNR, dove al momento non c’è ridondanza. Deve essere implementato un sistema di gestione delle emergenze, peraltro già allo studio prima dell’incidente.
  • Il Calcolo scientifico (TIER 1) è fermo per ora. Ci sono varie tipologie di danno ai sistemi di storage, in particolare dischi, diversificate per esperimento e CSN: in alcuni casi potrebbe essere piu’ difficile il recupero (CSN2), per altri invece il recupero dovrebbe essere agevole senza danni per gli esperimenti. Alcune risorse dai Tier2 di CMS, ATLAS e ALICE potranno essere usate per rimpiazzare in parte il TIER1. AMS e Virgo sono in sofferenza perché hanno i dati delle pre-analisi a rischio. LHCB ha perso le CPU sia Tier1 sia Tier2 e chiede di avere accesso alle CPU su tutti i siti.

È stata ovviamente attivata l’assicurazione e nominato un esperto di parte. Speriamo di avere un indennizzo.

Viene ringraziato tutto il personale del CNAF, della CCR e del SI per l’enorme impegno profuso, la dedizione ed il senso di responsabilità dimostrati in questo frangente.

Il direttore del CNAF, Maron, chiarisce che non c’è ancora una quantificazione del danno, molto dipenderà da quello che si riesce a recuperare. Tuttavia sono state identificate delle debolezze strutturali che vanno assolutamente corrette.

  1. Lucchesi riferisce che gli esperimenti LHC si stanno organizzando utilizzando risorse dei Tier2 per il Tier1. Per i dati è sicuramente preferibile copiarli su nastri nuovi dalle repository esterne, piuttosto che mettersi a pulire i nastri bagnati. È tuttavia molto importante dare alle collaborazioni ed al CERN una stima di quando l’intero sistema potrebbe essere ripristinato. Maron risponde che ritiene impossibile una ripartenza del calcolo scientifico prima della fine di gennaio.

Zoccoli aggiunge che avendo un accordo col Cineca dal prossimo anno, parte delle CPU potrebbero esserci fornite dal Cineca.

Nella parte finale della riunione Zoccoli riassume la ricognizione delle esigenze di professionalità tecnologiche nelle strutture. Si discute un possibile piano di acquisizione di tali risorse umane, in parte già presenti come tempi determinati.

 

CD del 30 novembre

Il presidente, in accordo con la nuova prassi sui congedi, informa il CD che il dott. Urbano, neoassunto ricercatore teorico a Trieste, chiede di andare al CERN dal 7-1 al 30-9-2018, avendo preso servizio all’INFN il 1 ottobre, per poter completare il suo contratto di fellow. Parere favorevole del direttore. Il CD acconsente.

Rinnovo di un vicepresidente: viene eletto Antonio Zoccoli con 29 voti e una scheda bianca.

Zoccoli informa che, visti i problemi al SI dovuti all’incidente di Bologna, si pensa di riassegnare tutto quello che non sarà speso nel 2017 su consumo, inventario e apparati. La GE tratterrà un overhead del 20%, ma l’80% sarà disponibile per la spesa subito dopo l’approvazione del bilancio consuntivo.

Ratificata la delibera di GE che innalza temporaneamente il limite di firma del direttore del CNAF a 300 keuro.

Approvate borse di studio per laureati a Pisa e Torino. Viene rilevato che, secondo la policy decisa dal CD, le borse scientifiche per laureati non possono superare i 6 mesi (in quanto concepite come contratti “ponte” prima del dottorato), mentre quella richiesta da Pisa è di 1 anno rinnovabile. Tuttavia si appura successivamente che si tratta di un errore: anche la borsa di Pisa ha carattere tecnologico e non scientifico.

Ratificata la modifica dell’accordo bilaterale INFN-Elettra e UniPg per il progetto CarESS, ovvero computing per ESS e Fermi.

Per quanto riguarda la European Spallation Source, il presidente precisa che l’INFN non intende partecipare ai costi di funzionamento, cui invece dovrebbe contribuire il CNR. Se questo accordo non venisse rispettato l’Ente valuterà se uscire dal progetto (non prima però di aver recuperato quanto investito). Peraltro ESS ha già un extra cost di 1 miliardo di euro.

Viceversa il protocollo per la partecipazione italiana a Xfel e ESFR prevede che il contributo italiano (a Xfel di 3.8 milioni l’anno) sia finanziato dal ministero degli esteri, non dal FOE. Il protocollo dice anche che quote della società XFEL saranno acquistate in ragione di 2/3 dal CNR e 1/3 dall’INFN.

Approvato l’accordo per il prolungamento no-cost di PAMELA

Prorogata di 9 mesi la convezione per l’adeguamento del SCF_LAB nell’ambito del progetto premiale “Laser ranging to Galileo” in collaborazione con ASI.

Finanziati due RtdA a Napoli e a TOV

Approvato un amendment  dell’agreement fra CERN, INFN e STFC, per lo sviluppo di cavità superconduttrici per FCC, che aumenta di 20 keuro il contributo che il CERN verserà all’INFN (già di 450 keuro).

Approvato un Framework di collaborazione per la costruzione dei magneti per HL LHC : INFN contribuirà per 2.9 milioni in 3 anni.

Approvato l’affitto dell’ufficio a Bruxelles.

Approvato un appendice al Collaboration agreement fra INFN –DESY che definisce il contributo del LASA ai progetti XFEL e ESS. Comporta un costo per l’Ente di 700 keuro nel biennio 2017-19.

Approvato un bando per CTER appartenente a categorie protette a LNF

Assunti vari vincitori dei concorsi per giovani ricercatori: ne resta ancora solo uno che comunicherà le sue intenzioni il 5 dicembre. Bisognerà poi fare l’ultima assunzione di corsa al CD di dicembre.

Assunti vari vincitori di concorsi per categorie protette.

Approvato il nuovo Disciplinare organizzativo di LNGS.

Approvata la costituzione di una Divisione RUP in AC, alle dirette dipendenze del DG. I due RN del personale si astengono e leggono la seguente dichiarazione: Come rappresentanti del personale riteniamo che questa delibera modifichi il Provvedimento organizzativo dell'AC mentre ne è in discussione un'ampia riforma sulla quale abbiamo espresso le nostre osservazioni e pertanto,  al di là  del merito, non condividiamo il metodo utilizzato. Tuttavia scegliamo di astenerci dal voto come segno di fiducia nei confronti del Presidente e confidando nelle sue assicurazioni che questo provvedimento potrà essere ridiscusso nell'ambito generale della riforma di AC. Chiedono che la dichiarazione sia messa a verbale. Il presidente capisce il punto ma ribadisce che ritiene urgente questo intervento e comunque non definitivo.

Viene approvato l’acquisto di alcuni immobili confinanti con i LNF per permettere una più agevole costruzione dell’edificio di Eupraxia.

Approvata l’adesione al consorzio APEnet: Atenei e Centri di Ricerca per il Public Engagement. Non prevede costi per l’Ente, ma permette di mantenere un coordinamento delle attività di public engagement con università ed istituzioni di ricerca a livello nazionale.

Approvata l’istituzione di un Centro Nazionale di Studi Avanzati al GGI, come già discusso e concordato nel CD di aprile. Questa operazione permetterà di dare una maggiore visibilità ed una più adeguata collocazione al centro, già esistente, che manterrà la stessa missione ed organizzazione. Direttore pro tempore viene nominato il prof. Daniele Dominici. Il Centro sarà inaugurato il 15 febbraio e nell’occasione sarà istituito un premio internazionale col nome di “medaglia Galileo”. 

Il presidente ricorda che l’amministrazione del GGI è totalmente a carico dell’università di Firenze. Bisognerà costituire il consiglio di Centro, il comitato Scientifico ed il comitato di coordinamento. Andrà però chiarito come affrontare la ristrutturazione dell’immobile universitario. Adriani risponde che a dicembre sarà approvata la convenzione con l’università, inizialmente senza costi. Poi l’università di Firenze la approverà da parte sua con uno schema dei costi, e l’INFN lo ratificherà nel cd di gennaio.

Approvato l’accordo con l’ASI per la realizzazione del Satellite LARES2. Le lavorazioni meccaniche avverrano a Pd, l’installazione e calibrazione degli specchi a LNF. Per questo progetto l’INFN riceve dall’ASI 3.5 milioni, incluso un overhead di circa il 15%.  Il presidente commenta che è la prima volta che si riesce a fare un contratto così sostanzioso con ASI, ritiene che sia stato fatto un bel lavoro che può essere un modello per ulteriori contratti. Campana aggiunge che a breve ci sarà anche il progetto di un laboratorio congiunto INFN- ASI a LNF.

Approvato lo schema di convenzione con il CNR dipartimento di Scienze della terra per il progetto SIDDARTA, che si occupa della ricerca di polvere minerale in Antartide.  L’Ente riceve 89 keuro.

Approvato un agreement di collaborazione scientifica con l’università di Chilecito. Senza costi.

Il direttore di Cagliari propone di modificare il bando di un concorso per categorie protette allo scopo di ampliare la base dei partecipanti, in quanto sono state ricevute solo 2 domande. Il direttore sostiene che esistono precedenti in altre PA o università. Tuttavia la dott.ssa Carfora, revisore dei conti, afferma che questa operazione non è lecita nel momento in cui si sono già ricevute delle domande: se i candidati hanno le capacità richieste nel bando si procede col concorso, altrimenti si annulla e se ne bandisce uno nuovo.

Assunti i vincitori dei concorsi per tecnologo a LNF e TIFPA.

Assunta una tecnologa a LNL per scorrimento della graduatoria. Si utilizza uno dei posti di tecnologo del PT in vigore.

Assunta con art.36 una vincitrice di borsa Marie Curie per il progetto EasiTrain a LNL.

Il contratto del dott. Iliescu a LNF viene spostato da fondi overhead a un progetto esterno.

Approvato diversi contratti a tempo determinato.

Approvato un contratto ex art.7 come esperto qualificato al dott. Adolfo Esposito, da poco pensionato. Il contratto è legittimo, dura due anni, il tempo necessario per la formazione del personale che lo sostituisce.

Approvato l’ultimo contingente di ore di lavoro straordinario: 560 ore.

Fine approvazione delibere.

Il presidente informa che, a norma della recente circolare Madia, la procedura di stabilizzazione parte su richiesta degli interessati. Quindi l’Ente dovrà approvare un bando a cui gli aventi diritto possono fare domanda. Sarà approvato a dicembre per tecnici ed amministrativi. Questo implica che non sarà possibile assumerli il 1 gennaio, ma in ogni caso i contratti a td in scadenza saranno prorogati.

Per quanto riguarda le borse post doc cofinanziate dall’Europa nel progetto COFUND, il primo bando per 15 borse uscirà a giugno e ci saranno 2 mesi per fare domanda. Vi sarà un secondo bando nel 2019, sempre per 15 borse. Sono borse triennali: 2 anni all’INFN ed 1 fuori (a scelta del borsista). Volendo il terzo anno si potrà lavorare anche presso un’azienda a scelta fra alcune (saranno probabilmente 8) che collaborano con l’INFN.

L’Ente vuole mantenere un numero di borsisti circa costante: al momento ne abbiamo 64 (ogni anno 32 borse biennali). Quindi è necessario ridurre il numero di borse post-doc “normali” tenendo conto anche della spesa un po’ maggiorata per quelle COFUND. A seguito di una stima accurata si propone di bandire nel 2018 solo 17 borse post doc INFN (oltre al cofund). Come dividerle fra teorici e sperimentali va capito. Nel 2019 bandiremo 19 borse e via dicendo fino poi a tornare a regime con 32 borse.

Con questo programma L’Ente risparmia circa 1.5 milioni rispetto a quanto avrebbe speso solo con le proprie borse. In realtà il management del COFUND costa un po’, ma non a livello di intaccare significativamente questo guadagno.

Si discute se ai borsisti COFUND dare contratti AdR senior o art.36 (gli AdR ora sono accettati dalla UE con qualche caveat). Il costo è invariante, ma con l’art.36 i borsisti ricevono uno stipendio netto un po’ minore a fronte di una previdenza completa. Dopo breve discussione si raggiunge il consenso sull’art.36.

Cuttone comunica che recentemente ha riallineato tutte le convenzioni con l’Università di Catania sull’uso degli spazi per LNS: ora l’INFN ha una convenzione che scadrà nel 2089.

Chiamate dirette: il presidente ricorda che nel precedente CD si era registrato consenso sulla necessità di offrire ai vincitori di grant ERC le stesse opportunità di carriera che offre l’università, specialmente per le starting e consolidator grants, in modo da evitarne la sistematica fuga (con grant al seguito), o almeno dare una concreta possibilità di scelta.  Purtroppo essendo inapplicabile lo strumento di legge previsto nel DL218 per questi casi, il CD aveva discusso sull’opportunità di supervalutare i grant ERC nei titoli dei concorsi nazionali a livello 1 e 2, ma era giunto ad una conclusione negativa in tal senso. Si era quindi ritenuto più corretto, in questi casi, bandire dei concorsi locali ad hoc, per singoli posti a livello 2 o 1, con esplicita supervalutazione del titolo nel bando. Il presidente invita quindi i direttori che hanno in sede vincitori di ERC recenti a sottoporre nel 2018 una eventuale richiesta in tal senso.

 

Elenco Delibere:

14583

  approvazione schema di “Accordo di costituzione della rete APEnet-Atenei e Centri di Ricerca per il Public E...

14572

  approvazione schema di “Addendum n. 2 KE3085/TE/HL-LHC to the Framework Collaboration Agreement KN3083 betwe...

14571

  iapprovazione schema di “Amendment n. 1 to Collaboration Agreement n. KE2722/BE/FCC between CERN, INFN and STFC”

14570

  approvazione la “Convenzione tra INFN e l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata per il finanziamento...

14569

  approvazione la “Convenzione tra INFN e l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, per il fina...

14568

  ratifica proroga di nove mesi dell’Accordo Attuativo n. 2015-048-R.0 alla Convenzione Quadro n. C/011/11/0 p...

14595

  assegnazione ultimo contingente ore lavoro straordinario 2017

14594

  stipula contratto art. 7 D.Lgs n.165/2011 al Dott. A. Esposito presso i LNF

14593

  assegnazione contratti a tempo determinato art. 36 e 15

14582

  approvazione Piano d’investimento allegato alla presente, da eseguire nel triennio 2018-2020, redatto in con...

14581

  integrazione art. 2 punto 3 del Disciplinare Organizzativo dell’Amministrazione Centrale approvato con delib...

14580

  approvazione Disciplinare Organizzativo dei LNGS

14579

  assunzione a tempo indeterminato per alcuni vincitori concorso n. 18221/2016 con profilo di Ric. III liv. (DM 105/2016)

14578

  emissione bando borsa di studio, Sez. Tor Vergata

14591

  assegnazione contratto ex art. 36 alla Dott.ssa V.A. Garcia Diaz presso i LNLnell’ambito del Progetto EASITr...

14590

  assegnazione contratto a tempo determinato ex art. 15 mediante scorrimento graduatoria concorso n. 17694/2015 ...

14589

  assunzione a tempo indeterminato mediante scorrimento graduatoria concorso n 16292/2014 per un posto a tempo i...

14588

  assunzione a tempo indeterminato vincitori concorsi n. 18782/2017 e 18783/2017 come Tecnologo III liv., TIFPA, LNF

14567

  approvazione schema di lettera di “Richiesta di proroga no-cost per Accordo n.2016-1-H.0 PAMELA – Attività scientifica di analisi in fase E” tra INF e ASI

14566

  approvazione schema del nuovo Allegato 2 all'"Accordo Quadro tra INFN-Elettra UniPg finalizzato alla realizzaz...

14565

  ratifica delibera GE n. 11530 del 13 novembre 2017: emissione bando borse di studio, Sezz. Pisa e Torino

14592

  cambio su fondi da Overhead LNF a quelli del progetto JTF-HIA relativo all’assegnazione contratto a tempo de...

14564

  ratifica con modificazioni delibera GE n. 11512 del 13 novembre 2017: deroga temporanea ai limiti di spesa del...

14563

  rinnoco cariche direttive: Elezione Vicepresidente dal 30-11-2017 al 15-06.2018

14577

  assunzione a tempo indeterminato vincitori concorsi n. 18224/2016 e 18225/2016 come Op. Tec. VIII liv. (L. 68/...

14576

  emissione bando concorso per assunzione a tempo indeterminato (L. 68/99 art. 1) di n.1 unità di personale CTE...

14575

  integrazioni al Programma Biennale degli acquisti di Beni e Servizi 2017-2018

14574

  conclusione contratto di sublocazione ad uso ufficio con il CNR dei locali siti in Bruxelles per il periodo 01...

14573

  approvazione schema di “Appendix 2 to the Cooperation Agreement between DESY and INFN

14587

  approvazione schema di “Framework Agreement between INFN and the Universidad Nacional de Chilecito”

14586

  approvazione schema di Convenzione tra INFN e CNR-Dipartimento Scienze del Sistema Terra e Tecnologie per la r...

14585

  pprovazione schema di Accordo Attuativo n.2017-28-H.0 dell’Accordo Quadro n.2016-4-Q.0, Codice Unico Progett...

14584

  istituzione Centro Nazionale di Studi Avanzati “Galileo Galilei Institute for Theoretical Physics” (GGI)