Atlas

ATLAS alla Notte Europea dei Ricercatori 2021

27 Sep , 2021  

L’edizione 2021 della notte europea dei ricercatori ha visto il parziale ritorno delle manifestazioni in presenza (sempre con mascherine e green pass). I gruppi italiani con le ricercatrici e ricercatori di ATLAS non si sono lasciati scappare l’occasione di scatenare la loro creatività con eventi interessanti e coinvolgenti.

All’Università Roma Tre si è tenuta una caccia alla particelle che ha visto impegnate le classi del liceo Amaldi di Barcellona ed una scuola media romana. I ragazzi, dopo una breve descrizione del Modello Standard e dei metodi di rivelazione di alcune particelle stabili: fotoni, elettroni, muoni e neutrini si sono cimentati con l’identificazione di alcuni eventi acquisti dall’esperimento ATLAS (elettroni, fotoni, bosoni W e Z e bosone di Higgs). I ragazzi hanno partecipato ad un quiz dove il punteggio più alto si otteneva rispondendo correttamente nel più breve tempo possibile.

Nella Citta` dell’Altra Economia a Roma a Testaccio, i colleghi del gruppo di Roma Tor Vergata hanno presentato le attività di ricerca di fisica delle particelle, presentando piccoli prototipi di rivelatori, immagini e filmati dell’esperimento ATLAS e hanno fatto classificare ai visitatori alcuni eventi di collisioni di LHC, identificando le particelle prodotte. Sempre a Testaccio, i visitatori hanno potuto provare la HepScape Room, l’escape room a tema fisica delle particelle ideata dai colleghi del gruppo di Roma La Sapienza.

Il gruppo dei Laboratori Nazionali di Frascati ha presentato un filmato sulla costruzione ed installazione della New Small Wheel di ATLAS, uno dei nuovi rivelatori installati durante l’upgrade di ATLAS che sta terminando in questi mesi.

A Trieste, con TriesteNext il gruppo ATLAS di Udine in collaborazione con INAF, SISSA e ICTP, ha esposto nel suo stand sullo studio dell’universo in Piazza Unita d’Italia, tra le piazze più belle del nostro paese, modelli di rivelatori come camera a nebbia e scintillatori per lo studio dell’universo e della materia oscura.

A Pisa, in attesa di poter tornare ad ospitare visitatori nella nostra Sezione, il pubblico ha potuto conoscere il nostro lavoro in una diretta online entrando nei laboratori di ATLAS dove si testano i fotorivelatori, e si sviluppa l’elettronica, per il futuro dell’esperimento.

A Pavia, la conferenza spettacolo Pavia@LHC ha riunito virtualmente i ricercatori presenti sul palco con i colleghi di ALICE e CMS nei laboratori e nelle sale sperimentali del CERN. Sono state mostrate tutte le fasi del lavoro di un fisico: dalla ricerca e sviluppo di nuovi rivelatori, alla loro installazione, alla presa dati e alla successiva fase di analisi.  Sono stati realizzati collegamenti con la sala di controllo di LHC, con la caverna di ATLAS e con il laboratorio del CERN nel quale vengono sviluppati i rivelatori a gas di CMS. La serata è stata trasmessa in diretta su YouTube.

Sempre a Pavia, nell’ambito dell’evento Scienza in Castello è stato realizzato uno stand dedicato alla fisica delle particelle elementari. Un telescopio a muoni ha permesso di introdurre i visitatori al mondo della fisica subnucleare. Le ricercatrici e i ricercatori hanno quindi sviluppato l’argomento  grazie a poster e filmati proiettati su grandi schermi. Campioni di rivelatori di vario genere hanno permesso di mostrare le attività sperimentali e le ricadute sulla società. Un quiz con in palio adesivi raffiguranti le particelle elementari ha permesso di raggiungere anche i più piccoli.

Un prologo alla notte dei ricercatori si è tenuto a Vigevano, nell’ambito dell’evento Vigevano in scienza dove i visitatori sono stati introdotti al mondo della fisica subnucleare. Poster, filmati proiettati su grandi schermi e rilevatori di particelle funzionanti hanno permesso di mostrare le attività sperimentali e le ricadute sulla società.

Qualche giorno prima, nella residenza municipale di Castel Bolognese, durante l’evento, “Aspettando la Notte dei Ricercatori”, i colleghi di Bologna hanno risposto alle numerose domande del pubblico intervenuto ad una presentazione sulla fisica di LHC e del Modello Standard.

,

Antonio Sidoti By



Comments are closed.