Atlas, Esperimento

La struttura di ATLAS

12 Nov , 2013  

Il rivelatore di ATLAS si compone di vari sottorivelatori, ognuno dei quali con compiti specifici, che devono funzionare in perfetta sincronia per la ricostruzione degli eventi fisici originati dalle collisioni in LHC.

ATLAS ha una lunghezza di circa 45 m, un’altezza di 25 m e una massa di circa 7000 tonnellate.

Il rivelatore si sviluppa a simmetria cilindrica, attorno all’asse individuato dai fasci di protoni, e si può suddividere in alcuni sottosistemi principali:

  • Rivelatore interno: per la misura dell’impulso delle particelle cariche.
  • Calorimetri: per la misura dell’energia delle particelle.
  • Rivelatore di muoni: per la loro identificazione e misura dell’impulso.
  • Sistema di magneti: utilizzato per deflettere le traiettorie delle particelle cariche e necessario per la misura dell’impulso delle particelle e determinazione della loro carica elettrica.
  • Rivelatori di luminosità: per la misura della frequenza a cui avvengono le interazioni in LHC.
  • Sistema di trigger: per la selezione veloce degli eventi di interesse fisico da acquisire ed analizzare.
  • Sistema di calcolo: utilizzato per la ricostruzione e l’analisi dei dati sperimentali e per la realizzazione di simulazioni, necessarie per il confronto delle ipotesi teoriche con i dati osservati.

Per una descrizione più dettagliata vedere qui .

,

Atlas Italia By



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*